Caccia, il Tar boccia il calendario delle Marche: stop alla preapertura il 1 settembre per quattro specie

Caccia, il Tar boccia il calendario delle Marche: stop alla preapertura al 1 settembre per quattro specie
Caccia, il Tar boccia il calendario delle Marche: stop alla preapertura al 1 settembre per quattro specie
2 Minuti di Lettura
Martedì 30 Agosto 2022, 12:33 - Ultimo aggiornamento: 31 Agosto, 08:14

ANCONA - Caccia, il Tar boccia il calendario delle Marche: stop alla preapertura il prossimo 1 settembre per quattro specie: è stata sospesa "in via precauzionale" la preapertura per la accia alla quaglia, al germano realee, all'alzavola e alla marzaiola. 

Treno e bus, ecco come raggiungere le spiagge del Conero senza preoccuparsi dei parcheggi

L'annuncio è delle asssociazioni ambientaliste Lac, Lav, Lipu e Wwf Marche, assistite dalo studio Legale Rossi Copparoni e P.. «Per l'ennesima volta - spiegano Lac, Lav, Lipu e Wwf Marche - la Regione Marche è stata censurata dal Giudice amministrativo, perché ha maldestramente tentato di forzare i pareri scientifici, il diritto nazionale e comunitario, la giurisprudenza e anche il buonsenso, permettendo nel calendario venatorio la caccia già dal primo settembre a delle specie che invece dovrebbero essere tutelate e protette, perché ancora in fase di allevamento della prole. Anche l'Ispra (Istituto Superiore Protezione e Ricerca Ambientale) aveva espresso parere negativo all'apertura della caccia alle suddette specie, ma la Ragione Marche aveva completamente ignorato tale parere». La trattazione completa del ricorso avverrà durante la camera di consiglio del prossimo 14 settembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA