Busilacchi: «Le segreterie aspettano risposte dal cielo: ottima mossa mettersi in gioco»

Venerdì 10 Gennaio 2020
Busilacchi: «Le segreterie aspettano risposte dal cielo: ottima mossa mettersi in gioco»

Il prof Gianluca Busilacchi, leader di Art. 1 e consigliere regionale, lo dice da mesi: «Un fronte largo è necessario». Come il pane.

Allora bravo Longhi che segue questa linea?
«Ritengo condivisibili molti spunti offerti dalla sua intervista. Il fronte tra 5 Stelle e centrosinistra - con Pd, Articolo 1, Italia Viva, verdi, socialisti e liste civiche - con uno come lui può trovare una convergenza».

LEGGI ANCHE:
«Longhi, fuga in avanti». Ma Ceriscioli non chiude

Detta così, quella dell’ex rettore appare come una scelta obbligata.
«Tutt’altro. È una candidatura logica».

Perché?
«Per il modo in cui la nuova coalizione diverge dalla maggioranza uscente: più ampia. Vi si arriva solo applicando la discontinuità».

Longhi come Conte. Condivide la fonte ispirativa?
«Certo. Alle regionali il riferimento dev’essere quello della coalizione di governo. Una coerenza non solo formale, ma che vuole essere il frutto di una visione del mondo non “politicistica”».

Un voto alla sua mossa?
«Ottimo. In un momento nel quale politica e partiti sono deboli e ondivaghi, apprezzo il coraggio di mettersi in gioco».

Il rischio in agguato?
«L’immobilismo: pare che le segreterie dei partiti attendano la soluzione dal cielo. L’intervista di Longhi è una scossa. Bisogna fare presto, gli altri ci sono e non si può fare campagna elettorale alla fine. E qui c’è uno che si è messo a disposizione».

Anche il sindaco di Ancona si è messa a disposizione.
«Nulla contro di lei, ma ritengo che sia difficile arrivare a una sintesi con un candidato espressione di una delle parti coinvolte. Posso fare un appello?».

A chi?
«Ai 5 Stelle. Credo che loro oggi abbiano la possibilità di cambiare le Marche. Ma bisogna fare presto».

Ultimo aggiornamento: 11:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA