Appignano, perse 100mila euro in Banca
Marche: collegio gliene riconosce 80mila

Perse 100mila euro in Banca
Marche: il collegio
gliene riconosce 80mila
di Bendetta Lombo
APPIGNANO - Perde 100mila euro in obbligazioni subordinate, ne recupera 80mila. Per il collegio arbitrale l’investitore non sarebbe stato informato correttamente. Nei giorni scorsi l’uomo, un imprenditore di 60 anni di Appignano ha incassato l’intera cifra a ristoro delle perdite avute a seguito del fallimento di Banca delle Marche. Prima del 2007 infatti, l’imprenditore aveva acquistato nella filiale di Appignano di Banca delle Marche obbligazioni subordinate per un valore complessivo di 100.000 euro. Con il fallimento dell’istituto di credito il sessantenne aveva perso tutti i soldi investiti e per riottenerli si era rivolto alla Federconsumatori di Macerata. L’associazione aveva quindi coinvolto nella questione l’avvocato Esildo Candria e, per suo tramite, aveva presentato un ricorso all’Autorità nazionale anticorruzione presieduta dal magistrato Raffaele Cantone.
 
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
Scopri la promo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 11 Dicembre 2018, 10:51 - Ultimo aggiornamento: 10:51