Sanzio, il Pd fa i conti: «I voli di continuità ci costano 137 euro per ogni passeggero». Acquaroli sulle soppressioni: «Aeroitalia rispetti il bando e l’Enac dia garanzie»

La stima del Pd con i dati di ottobre (4.102 passeggeri) proiettati sui tre anni

Sanzio, il Pd fa i conti: «I voli di continuità ci costano 137 euro per ogni passeggero»
Sanzio, il Pd fa i conti: «I voli di continuità ci costano 137 euro per ogni passeggero»
di Lorenzo Sconocchini
2 Minuti di Lettura
Lunedì 11 Dicembre 2023, 08:08 - Ultimo aggiornamento: 15:14
ANCONA Continuando di questo passo, riempiendo i voli per Fiumicino, Linate e Napoli in media un quinto o poco più della capienza dei velivoli targati Aeroitalia, alla fine del triennio previsto dai bandi Enac sui voli di continuità, ogni passeggero sarà costato alla collettività 137,11 euro, più del doppio del biglietto aereo pagato per ogni tratta.  


La simulazione 


Si tratta solo di una simulazione, che si spera smentita dai fatti, con una sempre maggiore saturazioni dei voli, superata questa fase di avviamento iniziata il primo ottobre scorso. Ma intanto la proiezione sul lungo periodo sui primi dati parziali porta a concludere che i voli di continuità, almeno per il momento, da soli non si sostengono in termini di redditività. A proporre questa prova dei numeri, all’indomani della notizia di altre cancellazioni a raffica diffusa dal Corriere Adriatico (e a pochi giorni dal consiglio regionale in cui sono state diffuse le percentuali di riempimento) è il Pd, che in una doppia interrogazione in aula aveva chiesto i numeri del primo periodo dei voli di continuità, finanziati con fondi statali e regionali per rompere l’isolamento delle Marche collegando il Sanzio con gli aeroporti di Milano, Roma e Napoli.

I numeri


I dati di riempimento, per ora, oscillano tra il 19 e il 22%.

I democrat allora fanno un esercizio statistico. Prendendo il totale dei passeggeri dei voli di ottobre (4.102) e moltiplicando per 36 (i mesi del triennio), si ottiene il totale dei passeggeri stimato sui tre anni del bando: 147.672. Dividendo per quel numero l’importo totale dei tre bandi dei voli di continuità (20.247.789 euro) si ottiene il costo unitario complessivo per passeggero (quanto costa alla collettività fare volare un singolo viaggiatore) stimato per i tre anni di durata: 137,11 euro. Molto di più del prezzo dei biglietti: tra i 59,90 e i 74,90 euro, in base alle promozioni, alle date e alle destinazioni.


Quanto alle cancellazioni degli ultimi giorni (5 voli di continuità soppressi tra l’8 e il 9 dicembre) ieri il governatore Francesco Acquaroli si è chiamato fuori: «Regione Marche non può direttamente occuparsi di questo. Aeroitalia si è aggiudicata un bando di Enac e deve ottemperare a quel bando, mentre Enac deve dare garanzie». 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA