Amazon, per lo sbarco sono le ore decisive. Accordo al rush finale, incontro tra la Regione ed un rappresentante della società

La sede dell'Interporto Marche
La sede dell'Interporto Marche
di Martina Marinangeli
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 16 Febbraio 2022, 04:20 - Ultimo aggiornamento: 10:23

ANCONA - Manca l’ultimo miglio, il traguardo è ben visibile all’orizzonte. Ma è proprio quando l’obiettivo sembra alla portata che il gioco si fa più duro. E le trattative diventano più serrate. Il futuro del progetto per portare a Jesi Est un centro di distribuzione logistica di Amazon da 66mila metri quadrati - per circa 900/1000 assunzioni – verrà deciso nelle prossime ore ed in questi giorni il confronto tra Interporto e la società Scannell (il general contractor di Amazon) si è intensificato. Si tratta sui tempi e sull’aspetto economico dell’operazione da un costo stimato in circa 4-5 milioni di euro.

  
Il summit
Ieri, a Palazzo Leopardi, c’è stato un incontro di natura tecnica tra la Regione ed un rappresentante della società che realizzerebbe materialmente il polo logistico del colosso dell’e-commerce. Tra i corridoi si respira ottimismo rispetto all’esito della trattativa, arrivata alle ultime battute, ma finché non si chiude, va mantenuto il sangue freddo. Qualcosa, tuttavia, ha comunque iniziato a muoversi. Già dalla scorsa settimana è stata recintata l’ampia superficie fra Interporto e svincolo della SS76 riservato al centro intermodale: sono iniziate le operazioni propedeutiche e preliminari all’eventuale intervento sui 66 mila metri quadrati coperti che si estendono dalla scarpata della SS76 fino a poche decine di metri dalla ferrovia all’altezza della chiesa della Coppetella.


Le operazioni
Sul pannello esterno all’area compare il nome Scannell, il general contractor che a inizio 2022 ha formalizzato la manifestazione d’interesse per l’insediamento. «Tali attività, che non riguardano pertanto la realizzazione dell’opera – aveva specificato con massima cautela l’amministrazione Bacci, che guida il Comune di Jesi - consistono principalmente in indagini geologiche, predisposizione di canalizzazioni e verifiche delle eventuali interferenze dei sottoservizi con le relative sistemazioni del terreno e le connesse opere di cantiere. A tal fine sono stati recintati i terreni oggetto di tale indagine, la quale durerà alcuni giorni in considerazione dell’ampiezza dell’area potenzialmente interessata».


La partenza
Ultimo miglio di una corsa iniziata oltre un anno e mezzo fa e che dalla scorsa estate ha preso il ritmo dello sprint, arrivando fino alle fitte comunicazioni registrate durante le vacanze natalizie. Ed è stato proprio il 31 dicembre a veder maturare la trattativa tra Regione, Interporto e Dpa (per conto di Scannell), l’azienda anconetana della logistica portuale - formata da Dorica Trasporti e Amatori - vincitrice del bando per uno dei tre terminal ferroviari di Interporto e direttamente coinvolta nello sbarco di Amazon nelle Marche. 


Le trattative
A giugno, Dpa si era caricata un mutuo da 4 milioni di euro per pagare quello che avrebbe potuto sborsare con le rate del rent-to-buy previsto dalla gara. La mano tesa finanziaria dell’azienda ha tratto in salvo la capitalizzazione di Interporto, poggiata anche sugli 8 milioni di euro messi sul piatto dalla Regione. Nell’ultimo giorno dell’anno, Dpa e Scannell hanno formalizzato un’ultima offerta per acquisire l’uso dei servizi, dopo aver già pattuito l’acquisto dei volumi a costruire che erano in possesso di Interporto ed il 4 gennaio scorso il cda dell’ente ha accettato all’unanimità la manifestazione di interesse non vincolante estesa da Dpa e Scannell.

Da quel momento, c’è stata una frenetica attività di confronto tra le parti per chiudere la partita nel modo più proficuo per tutti, ma alcune divergenze di vedute sul ruolo e la tenuta di Interporto nel nuovo scenario che verrebbe a disegnarsi con l’eventuale approdo di Amazon, hanno prolungato la trattativa. Come in una partita di poker, si rilancia per ottenere quanto più possibile, ma è interesse di tutti gli attori coinvolti arrivare alla stipula di un contratto. E se sarà all in, lo scopriremo nelle prossime ore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA