L'afa stringe le Marche nella sua morsa:
«Combattetela con frutta e verdura»

L'afa stringe le Marche nella sua morsa: «Combattetela con frutta e verdura»
3 Minuti di Lettura
Martedì 23 Luglio 2019, 15:17

ANCONA - Quersto luglio si porterà dietro il ricordo che ha spazzato la Regione il 9, ma, leggendo i dati salta all'occhio un deficit  idrico alle soglie dell'allarme. Ed un'afa che non da tregua.

Meteo, caldo africano in quasi tutta l'Italia: ma nel weekend cambia tutto. «10 gradi in meno»

"La bolla africana - scrive infatti Coldiretti Marche - è in arrivo anche nella nostra regione con l’innalzamento del livello di guardia da giallo ad arancione, previsto per giovedì 25. L’arrivo del grande caldo aumenta il rischio di colpi di calore soprattutto nelle categorie più a rischio ma ci si può difendere anche con l’alimentazione. Nella nostra regione sono previste temperature tra 26° e 33° ma la massima percepita dal nostro corpo, causa afa, arriverà fino a 36°. L’allarme arancione prevede l’attivazione di tutti i servizi sociali e sanitari. Temperature che, secondo le previsioni, tenderanno ad aumentare anche nella giornata di venerdì". “Per combattere l’afa – dicono da Coldiretti – Marche – niente di meglio che frutta e verdura di stagione, cibi rinfrescanti, ricchi di vitamine e sali minerali”. Pesche, albicocche, meloni, cocomeri, susine,  insalata, pomodori, cetrioli: meglio se a chilometro zero grazie anche ai mercati di Campagna Amica con gli agricoltori del territorio che fanno la vendita diretta dall’orto alla tavola.

I mercati di Campagna Amica saranno a
venerdì 26 – Numana, piazzale Cavalluccio dalle 18.30 alle 23
venerdì 26 – Porto San Giorgio, lungomare sud dalle 19 alle 24
sabato 27 – Senigallia, Portici Ercolani dalle 8.30 alle 13
sabato 27 – Pesaro, via Lombardia dalle 7.30 alle 12.30
sabato 27 – Fano, via Garibaldi dalle 7.30 alle 12.30
domenica 28 – Civitanova, piazza XX Settembre dalle 8.30 alle 12.30
L’anticiclone africano potrebbe chiudere un mese di luglio particolarmente siccitoso, durante il quale, nonostante l’evento estremo registrato sulla costa lo scorso 9 luglio, secondo una rielaborazione Coldiretti su dati Assam, è piovuto il 53% in meno rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA