Cibo di strada, tutto pronto
per la nona tappa a Senigallia

Giovedì 28 Maggio 2015
Cibo di strada, tutto pronto per la nona tappa a Senigallia

SENIGALLIA - Sarà una cinque giorni di “fuoco” quella prevista dal 29 maggio al 2 giugno nella centralissima Piazza del Duca di Senigallia nella splendida cornice della Rocca Roveresca dove lo Streetfood Village per il lungo ponte della festa nazionale porterà oltre 50 cibi di strada provenienti da tutta l’Italia e non solo. Organizzato dall’Associazione nazionale Streetfood, in collaborazione con la locale Confartigianato e con il patrocinio dell’amministrazione comunale, quello di Senigallia è il nono “Streetfood Village” dell’anno secondo il tour che sta portando gli operatori in giro per lo Stivale.

Sono previste in cinque giorni oltre 50 mila persone che animeranno la piazza, ma anche le vie del centro storico, a suon di prodotti di strada. Accompagnerà ogni serata un programma musicale tra rock band e DJ Set.

«E’ a Senigallia e solo qui che gli “streetfoodies” potranno incontrare e degustare il vero cibo di strada, quello certificato dall’unica associazione in Italia riconosciuta e apprezzata da oltre dieci anni – spiega Massimiliano Ricciarini, fondatore e presidente dell’Associazione Streetfood – in più siamo soddisfatti di questa partnership con la Confartigianato locale a riprova che il cibo di strada non solo non fa concorrenza alle altre attività presenti, ma anzi ne diventa un vero e proprio animatore, promuovendone la riqualificazione».

Insieme agli oltre venti banchi degli operatori, riconoscibili con il marchio della “tendina”, in Piazza del Duca infatti sarà possibile passeggiare tra le eccellenze artigianali ed enogastronomiche locali, vero fulcro dello Streetfood Village. Allo Streetfood Village di Senigallia saranno presenti come detto oltre 50 specialità da tutta Italia e dal mondo per far degustare alle migliaia di persone previste i cibi di strada più tradizionali e genuini (vedi l’elenco allegato). Ce ne sarà per tutti i gusti e per tutti gli obbiettivi, perché l’effetto scenico creato dai metodi di cottura di certi cibi attira fotografi e i cosiddetti instagramers. Filo conduttore presentato da Streetfood durante il suo tour è il marchio, la tendina, che contraddistingue il cibo di strada degli eventi promossi dall’associazione. Dall’utilizzo di ingredienti tipici al rispetto per la storia del prodotto, passando per l’attenzione all’igiene e al rispetto dell’ambiente, ecco come l’associazione, nata in Toscana, ha dato vita da qualche anno a un vero e proprio decalogo che gli operatori associati e quelli che si assoceranno potranno seguire per marchiarsi del bollino “Artigiano del Gusto”.

L’evento di Senigallia è inserito nel tour che l’associazione promuove in tutta Italia. Questa in particolare è la nona tappa, dopo due in Piemonte, in Puglia, in Umbria e quattro in Toscana. Tutte le tappe del tour sul sito www.streetfood.it e in tempo reale sui Social Networks: “Streetfood Italia” su Facebook e @streetfooditaly su Twitter.

Ultimo aggiornamento: 19:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA