Gran Bretagna, gli inglesi adesso
vogliono raddrizzare i cornetti

Venerdì 19 Febbraio 2016
Cornetti, rivoluzione in arrivo?

LONDRA - Basta forme a spicchio di luna, d'ora in poi solo cornetti dritti (per quanto possa apparire una contraddizione in termini). I consumatori britannici - a credere ai dati della grande catena di supermercati Tesco - non gradiscono i croissant tradizionali, frutto dell'arzigogolata creatività degli odiatì amici-nemici francesi, e quindi d'ora in poi essi spariranno dagli scaffali. La notizia, ripresa oggi fra il serio e il faceto da diversi giornali londinesi, ha il crisma dell'ufficialità.

Secondo Tesco, quei "cosi" dalla foggia curvilinea - gustosi, ma mai troppo popolari sull'isola - non incontrano il gusto medio della clientela. E allora via con una bella raddrizzata. Saranno i conti alle casse a dimostrare presto se la scelta sia destinata a pagare in termini economici. Gli altri grandi distributori del regno di Sua Maestà restano per il momento alla finestra. Mentre i responsabili di una catena di pasticcerie in stile francese, alquanto frequentate a Londra, hanno già fatto sapere al Guardian di essere scettici e di non avere alcuna intenzione di seguire l'esempio. Senza contare la stravaganza della pretesa di Tesco di continuare ad associare a una forma diritta il nome 'croissant': che - come è costretto a notare pure il Mail, tabloid-bandiera della difesa popolare dell'identità nazionale inglese - in francese non vuol dire altro se non mezzaluna. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA