Il panettone di Marinozzi
alla ribalta nazionale

Il panettone di Marinozzi alla ribalta nazionale
2 Minuti di Lettura
Martedì 21 Ottobre 2014, 21:41 - Ultimo aggiornamento: 23 Ottobre, 20:18

CORRIDONIA - Il secondo panettone artigianale più buono d'Italia è di Corridonia. Della pasticceria Fratelli Marinozzi, marchio di fabbrica che da 54 anni e per quattro generazioni è rinomato in tutta la provincia. Il titolare Silvano Marinozzi ha partecipato al concorso 'Panettone Day' che mette in lizza centinaia di maestri pasticceri nell’arte del panettone di tutta Italia. Nella premiazione che si è svolta lunedì sera nella “Città del Gusto del Gambero Rosso” a Roma, Marinozzi è stato battuto solamente da un pasticcere di vicino Verona, conquistando una piazza d’onore di grande soddisfazione. Il Panettone Day è un contest dedicato al più famoso lievitato italiano ideato da Braims attraverso collaborazioni con esponenti di rilievo del mondo della pasticceria come Iginio Massari, dell’arte come Francesco Musante e della scienza dell’alimentazione (il prof. Franco Antoniazzi) e attraverso la creazione di eventi esclusivi. Tanto da avere partnership di grande livello come Gambero Rosso e l'Accademia Maestri Pasticceri.

La pasticceria Fratelli Marinozzi si è avvalsa della preziosa collaborazione della ditta Fgt di Piediripa, che ha fornito i prodotti. “E' stata una grandissima gioia ottenere questo riconoscimento - dice Silvano Marinozzi - per il panettone artigianale che facciamo oramai da quasi 20 anni qui a Corridonia. La strada per arrivare a questo risultato è stata lunga, dato che ho dovuto superare due selezioni a Brescia con centinaia di altri concorrenti, fino ad arrivare ad essere inserito tra i venti che si sono giocati poi la finalissima a Roma. A partire dal 21 settembre lo staff Ampi con la collaborazione del maestro Iginio Massari, ha assaggiato tutti i panettoni valutandone poi gusto, forma, colore, qualità ingredienti, profumo, sofficità/fragranza. Ed il mio è risultato secondo solo ad un collega del veronese. Considerato che Lombardia e Veneto sono la patria di questo prodotto, arrivare secondo per me è come aver vinto. Innanzitutto ora dovrò trovare un posto nel negozio dove apporre la targa ricordo che mi hanno consegnato durante la premiazione alla Città del Gusto. Poi dal 15 novembre partirà la produzione artigianale del mio panettone e sicuramente faremo qualche cosa per pubblicizzare questo grande risultato ottenuto”.

Leggi Corriere Adriatico per una settimana gratis - Clicca qui per la PROMO

© RIPRODUZIONE RISERVATA