Il Covid irrompe anche nel volley, quattro giocatori della Med Store Macerata contagiati

Venerdì 16 Ottobre 2020 di Mauro Giustozzi
Un tampone

MACERATA - Quattro giocatori della Med Store Macerata, squadra di volley che parteciperà al prossimo campionato di serie A3, trovati positivi al Covid 19 a seguito dell’ultimo tampone effettuato.

LEGGI ANCHE: Covid, Iss: «Epidemia in fase acuta, Regioni valutino mini lockdown. In Italia indice Rt 1,17. Aumento casi nelle scuole»

 

Non è stato specificato se i giocatori positivi siano o meno asintomatici. Salta così sia la presentazione ufficiale della squadra, che era in programma stamattina presso il palazzo comunale che anche l’esordio in campionato previsto per lunedì prossimo in trasferta a Ferrara contro la Sa.Ma. Portomaggiore. 
Grazie ai numerosi ed efficaci controlli che la società ha messo in campo per contrastare l’emergenza Covid, seguendo il protocollo federale e le norme regionali e nazionali, è stato possibile riconoscere tempestivamente questi quattro casi di positività tra i giocatori della formazione allenata da Di Pinto. L’aumento dei contagi da coronavirus che riguarda anche la nostra regione ha colpito pure nella pallavolo ed ora l’intera squadra dovrà seguire il percorso indicato in questi casi dalle normative previste in materia.

Di conseguenza la società, come scelta etica e di responsabilità, in accordo con i protocolli in vigore, ha deciso di rimandare a data da destinarsi la presentazione ufficiale della nuova Med Store Macerata, rinviando anche la prima partita del campionato di serie A3, prevista per lunedì 19 a Ferrara, proprio perché il protocollo Fipav indica il massimo di 3 giocatori contagiati dal Covid per poter ugualmente scendere in campo. Avendo superato, seppur di poco, quella soglia, la Med Store ha diritto al rinvio dell’incontro.

Da parte sua la società proseguirà con attenzione a monitorare gli sviluppi della situazione, per garantire la massima sicurezza ai propri atleti e la più rapida ripresa delle attività. Nei prossimi giorni ci saranno nuovi aggiornamenti, saranno effettuati ulteriori tamponi per tenere sotto controllo sia la situazione dei giocatori che sono risultati positivi al Covid che dell’intero gruppo squadra e staff. Non si tratta, però, del primo caso di uno sportivo di un club del capoluogo che contrae il virus: era già accaduto lo scorso agosto, e sempre in un torneo nazionale come la serie A1 di baseball, quando a causa della positività di un suo tesserato la Hotsand Macerata aveva dovuto rinviare diversi incontri del campionato, effettuando un periodo di quarantena prima di poter tornare a giocare. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA