Valfornace, Adorna e Gianni: quando
l'amore trionfa "grazie" al terremoto

Adorna e Gianni:
quando ​l'amore trionfa
"grazie" al terremoto
di Francesca Pasquali
VALFORNACE - Sono davvero in pochi a poter ringraziare il terremoto. Il sisma di due anni fa ha messo in ginocchio interi comuni e portato morte e disperazione. Ma a qualcuno ha anche regalato una seconda opportunità. Perché c’è chi dalle macerie non solo è riuscito a salvarsi, ma anche a costruirsi una nuova vita. Adorna Crocenzi era nella sua casa di Pievebovigliana di Valfornace la sera del 26 ottobre. Le scosse hanno distrutto la sua abitazione. Con i due figli, si è trasferita a Castellano, dalla nuora. Dove a incontrato, ad una gara di briscola Gianni Ingargiola, 80 anni. Ora viviono insieme a Porto Sant’Elpidio. «Ci hanno consigliato questo posto – dice Adorna – e devo dire che ci troviamo bene. In un certo senso, è merito del terremoto se ci siamo incontrati».
 
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
Scopri la promo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 22 Novembre 2018, 10:46 - Ultimo aggiornamento: 10:46