Frontignano di Ussita, si torna a sciare per la prima volta dopo il terremoto. Cangiotti: «Una giornata storica»

Gli impianti
Gli impianti
di Giulia Sancricca
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 2 Marzo 2022, 01:55

USSITA - Una giornata storica. Non può che essere ricordata così, quella di ieri, per gli impianti sciistici di Frontignano. Fermi dal terremoto del 2016 sono tornati ad accogliere in pista sciatori e appassionati di montagna. «Una giornata importante - commenta Francesco Cangiotti, direttore di Frontignano 360 -. Aver visto le seggiovie in funzione con gli sciatori ci ha riempito il cuore di gioia. Nonostante le condizioni meteo non fossero ideali abbiamo avuto molte persone che sono venute a trovarci. Il loro entusiasmo ci ripaga del grande sforzo che abbiamo fatto in questi mesi». 

 
Il direttore di Bolognola Ski, che ha ottenuto la gestione degli impianti di Frontignano per i prossimi 18 anni, ricorda che «l’assegnazione definitiva è arrivata il 31 dicembre scorso. In due mesi abbiamo rimesso in moto la stazione, oltre ad aver finito di arredare e di completare il rifugio». Ieri erano aperte le due seggiovie e il tapis-roulant. «L’innevamento non è abbonante - prosegue Cangiotti -, sono previste due belle giornate di sole nelle quali si potrà approfittare delle piste delle Saliere. Poi venerdì è in programma una consistente nevicata e speriamo che ci permetta di affrontare il primo bel weekend». È previsto per sabato alle 16 il taglio del nastro ufficiale della stazione rinnovata. «Oggi (ieri, ndr) abbiamo già avuto molti clienti affezionati, provenienti dalle province di Macerata e Ancona, ma anche dall’Umbria. Tanti di loro erano sciatori assidui ed hanno voluto essere presenti in questa giornata particolare». È stato proprio l’affetto che lo stesso Cangiotti nutriva nei confronti della stazione di Frontignano a spingerlo nella sfida della gestione. «La scommessa - confida - è nata perché questa è stata sempre la stazione di riferimento dei marchigiani e la più importante dei Sibillini. Venivo da piccolo, per me è un luogo caro e con grandi potenzialità. Con il supporto dall’amministrazione comunale abbiamo mosso il primo passo, ora lavoreremo anche per investimenti futuri». Lo conferma il sindaco di Ussita, Silvia Bernardini: «Da una parte c’è l’incredulità e dall’altra la grandissima soddisfazione di essere riusciti a ripartire - ammette - . Aspettiamo di poter mettere in campo tutti gli altri progetti, perché siamo convinti che Frontignano non avrà nulla da invidiare a nessuno. Quello di rimettere in piedi ciò che avevamo era solo il primo step: ora lavoreremo agli altri progetti che ci sono stati finanziati e che dovranno essere realizzati in tempi brevi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA