Palpeggia una ragazza e la ricatta: «Sesso con me o pubblico il tuo video hard». Condannato per violenza

Palpeggia una ragazza e la ricatta: «Sesso con me o pubblico il tuo video hard». Condannato per violenza
Palpeggia una ragazza e la ricatta: «Sesso con me o pubblico il tuo video hard». Condannato per violenza
di Benedetta Lombo
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 25 Maggio 2022, 05:20

TOLENTINO - Prima l’aveva palpeggiata poi l’aveva minacciata che se non avesse avuto un rapporto sessuale con lui avrebbe pubblicato sui social un video hard della ragazza. È stato condannato a un anno e otto mesi di reclusione per violenza sessuale consumata e tentata un 24enne di origine straniera. 

 

La decisione

Il gup Claudio Bonifazi nel riconoscere il fatto di lieve entità ha concesso la sospensione condizionale della pena con la prescrizione, entro un anno, di seguire un percorso riabilitativo presso un ente preposto. I difensori: «Aspettiamo di leggere le motivazioni poi valuteremo il ricorso in Appello. Il giovane ha ribadito in aula di non aver palpeggiato la persona offesa, erano usciti insieme e si erano sentiti anche il giorno dopo tranquillamente». La vicenda risale all’estate del 2020. Fu la giovane, all’epoca 18enne, a raccontare l’accaduto ai genitori che poi l’avevano accompagnata in questura. 

I fatti

La giovane riferì di essere uscita una sera con un amico senegalese e quest’ultimo si era fatto accompagnare dal 22enne. Verso mezzanotte il senegalese era andato via e i due ragazzi erano rimasti soli, sarebbe stato in quel momento che il 22enne avrebbe cercato di baciarla ma lei si era rifiutata e lui si era fermato. Dopo qualche minuto però lui le avrebbe infilato una mano sotto la gonna accarezzandole i glutei, lei lo avrebbe bloccato e sarebbe andata via. Da quel momento lui avrebbe iniziato a corteggiarla mandandole diversi messaggi su Whatsapp. Ad agosto però i toni sarebbero cambiati: lui avrebbe iniziato a mandarle messaggi dal contenuto osceno dicendole che se non avesse avuto rapporti sessuali con lui avrebbe pubblicato sui social un video a luci rosse (mai esistito, ndr) in cui lei faceva sesso con un ragazzo. Accusato inizialmente di violenza sessuale e stalking, ieri si è discusso in abbreviato il procedimento a carico del 24enne dinanzi al gup. 

La difesa

Il giovane difeso dagli avvocati Giorgio Di Tomassi e Alessia Pupo il 24enne ha reso spontanee dichiarazioni puntualizzando di non aver mai toccato la ragazza. Il pm Vincenzo Carusi ha chiesto la condanna a due anni e due mesi di reclusione previa riqualificazione del reato di stalking in tentata violenza sessuale. Il gup ha riqualificato il reato e condannato il 24enne a un anno e otto mesi di reclusione, pena sospesa condizionata alla partecipazione a un percorso riabilitativo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA