Premio Ravera, una serata di musica: applausi per Al Bano, Diodato e Orietta Berti. Entusiasmo allo stadio della Vittoria

Lunedì 6 Settembre 2021 di Carla Passacantando
Il Premio Ravera

TOLENTINO - Grande entusiasmo l’altra sera allo stadio della Vittoria per il Premio Ravera: “Una canzone per sempre”. Tribune al completo, l’evento ha registrato il sold out. Tanti applausi per i diversi ospiti, il pubblico ha cantato con gli artisti. Sono saliti sul palco alcuni tra i più grandi interpreti non solo di oggi, ma di tutti i tempi come i Nomadi premiati dal sindaco Giuseppe Pezzanesi, Diodato, vincitore del Festival di Sanremo 2020 che ha ricevuto il premio dal vicesindaco Silvia Luconi, Al Bano premiato dagli assessori Silvia Tatò, Giovanni Gabrielli, Fausto Pezzanesi, Francesco Pio Colosi. Al Bano non è la prima volta che era a Tolentino. 

 

 
«Conosco la città – ha detto - dove sono venuto anche per promuovere il mio vino. Sto costruendo una cantina nuova. Voglio arrivare alla produzione di 5 milioni di bottiglie all’anno, ora stiamo ad un milione e mezzo. Per il futuro ho diversi progetti in cantiere, tenterò di partecipare a “Ballando sotto le stelle”. Dopo Tolentino, sarò a Venezia e poi Berlino» Applauditissima Orietta Berti, indiscussa Regina dell’Estate 2021 con “Mille”. Si sono poi esibiti Wrongonyou, da Sanremo giovani, Giò Evan, Random, tra i big protagonisti dell’ultimo Sanremo, Le Deva, Matteo Faustini, il tenore Piero Mazzocchetti. Lunghi applausi hanno accolto Amadeus, a Tolentino proprio nel giorno del suo compleanno. Reduce dal successo degli ultimi due Festival di Sanremo e conduttore dell’edizione 2022, Amadeus ha presentato due big, Orietta Berti e Diodato. «E’ il periodo in cui si sentono le canzoni per il prossimo Sanremo – ha affermato - e quella di Diodato è stata una delle prime che ho ascoltato per il mio primo festival e mi sono subito innamorato del brano. E poi è arrivata al primo posto». Per Diodato quella vittoria è stata molto importante. «Credo – ha spiegato il vincitore dell’edizione di due anni fa - che oggi è un momento d’oro per la musica italiana, il merito è delle persone che hanno lavorato negli anni» Il Premio Ravera è stato condotto da Dario Salvatori, giornalista e critico musicale, entusiasta dell’esito della serata e da Melissa Di Matteo. Ad allietare l’evento c’era anche Emanuela Aureli che ha fatto sorridere con la sua incontenibile verve comica seguita da Serena Rigacci che ha interpretato un medley di grandi successi ispirati a Gianni Ravera. La serata si è aperta con l’esibizione di giovani promesse della canzone italiana. La protagonista è stata la musica, affidata all’Orchestra Mediterranea diretta dal maestro Michele Pecora, ideatore del Premio, che proprio a Ravera deve il suo fortunato incontro con la grande discografia. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA