Gomme squarciate e vandalismi
Alta tensione per i parcheggi

Martedì 14 Ottobre 2014
Gomme squarciate e vandalismi Alta tensione per i parcheggi

TOLENTINO - Una gomma squarciata, il tappo della benzina spaccato, probabilmente per una questione di parcheggio. È questa la denuncia pubblica di una signora di Tolentino che ha manifestato il suo malcontento e la sua preoccupazione per la situazione che si è venuta a creare sul social network Facebook e, nello specifico, all'interno del gruppo “Parcheggio male, guido peggio” dove vengono segnalate dagli utenti le situazioni più scabrose per la viabilità tolentinate.

All'origine di tutto ci sarebbe la sistemazione di viale dei Cappuccini dove, recentemente, sono stati rifatti asfalto e segnaletica orizzontale con la creazione di nuovi parcheggi liberi sul lato destro della strada. “Vorrei sapere una cosa” scrive la signora su Facebook “ma i nuovi parcheggi realizzati in viale dei Cappuccini con tanto di strisce bianche, sono parcheggi riservati o pubblici? E tutte le scritte che vengono messe nei cancelli con tanto di divieto di parcheggio comprate da un tabaccaio o scritte a penna con frasi del tipo 'siete pregati di lasciare libero il parcheggio', oppure se ci si parcheggia esce sempre qualcuno dicendoti se puoi parcheggiare da un'altra parte 'perché qui è per mio figlio o mio marito. Oppure vengono messi dei bidoni sui parcheggi per tenerselo riservato per tutto il giorno. Ma è normale tutto questo? Io e la mia famiglia, parcheggiandoci per tre volte abbiamo trovato una ruota dell'auto squarciata con un coltello e il tappo della benzina spaccato, probabilmente sempre con un coltello. È possibile fare un controllo casa per casa e far togliere quei cartelli e dire una volta per tutte che sui parcheggi ci possono parcheggiare tutti e non sono privati, solo ad uso di chi ci abita?”. Una protesta dura e circostanziata che è stata subito raccolta dall'assessore alla Viabilità, Giovanni Gabrielli, che ha cercato di rassicurare la donna rispondendole sempre sullo stesso social network. “I parcheggi segnalati con le strisce bianche sono pubblici. I divieti che non recano il numero di ordinanza - ha spiegato l'assessore Gabrielli - non hanno nessun valore. La ringrazio per la segnalazione. Attiveremo i controlli. Spero inoltre che lei abbia sporto denuncia alle autorità competenti per i danni ricevuti, cosa che reputo molto grave”. La denuncia verso ignoti sembra che sia già partita. Nel frattempo, sono stati attivati anche doverosi controlli per verificare l'effettiva esposizione di segnaletica “abusiva” che, pur non avendo alcun valore e non limitando in nessun modo la possibilità per chi abbia necessità di parcheggiare in quella zona, può comunque indurre in errore.

Leggi Corriere Adriatico per una settimana gratis - Clicca qui per la PROMO

Ultimo aggiornamento: 15 Ottobre, 16:17 © RIPRODUZIONE RISERVATA