Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Tenta di rubare nell'abitazione di una donna a Tolentino: ora è in carcere dove sconterà 2 anni e mezzo di reclusione

È ai domiciliari ma esce di casa per andare a rubare a Tolentino: ora è in carcere dove sconterà 2 anni e mezzo di reclusione
È ai domiciliari ma esce di casa per andare a rubare a Tolentino: ora è in carcere dove sconterà 2 anni e mezzo di reclusione
2 Minuti di Lettura
Sabato 13 Agosto 2022, 11:02 - Ultimo aggiornamento: 14:53

TOLENTINO - I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile di Tolentino hanno dato esecuzione all’ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Macerata nei confronti di un giovane di origini straniere. L'uomo, già condannato per furto e resistenza a pubblico ufficiale commessi negli anni precedenti, il 18 settembre dell'anno scorso era stato arrestato in flagranza di reato per tentato furto aggravato in abitazione in Tolentino. Alle 11 del mattino, dopo aver forzato una finestra, il giovane si era introdotto in una casa; messo in fuga dalle grida della proprietaria, che si trovava all’interno, era stato notato dal Comandante della Stazione Carabinieri di Loro Piceno, che si trovava di passaggio libero dal servizio. Dopo un breve inseguimento il militare, con il supporto dei colleghi dell’Aliquota Radiomobile lo aveva bloccato e arrestato.

L’uomo, che già si trovava agli arresti domiciliari, seguito esecuzione del provvedimento, è stato così tradotto al carcere di Fermo, dove dovrà scontare la pena residua di 2 anni, 6 mesi e 28 giorni di reclusione. 

Ubriaco alla guida rifiuta l'etilometro: reato penale e ritiro patente

La stessa notte i carabinieri dell’Aliquota Radiomobile hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria un ragazzo, trovato alla guida della propria autovettura in evidente stato di alterazione da abuso di alcol.  Nell’occasione il giovane ha rifiutato l’accertamento mediante etilometro. Oltre al reato penale in questo caso è previsto il ritiro della patente di guida.

© RIPRODUZIONE RISERVATA