Torna la banda delle bici elettriche, raid da 20mila euro alla Chienti Bike. E' il quinto furto in pochi anni

Mercoledì 7 Luglio 2021 di Carla Passacantando
La caserma dei carabinieri di Tolentino

TOLENTINO - Furto di biciclette elettriche di alta gamma, l’altra notte, nel punto vendita Chienti Bike di Tolentino, in contrada le Grazie. Secondo una prima stima il valore del bottino si dovrebbe aggirare intorno ai 20mila euro. Il furto è stato messo a segno verso le 3.30 dell’altra notte. Nel locale sono entrati due ladri ed è subito scattato l’allarme. Dalle immagini del video del sistema di sorveglianza installato nel negozio si intravedono i malviventi all’interno del negozio. 

 

Gli autori del raid sono riusciti a trafugare quattro biciclette elettriche e poi se la sono data a gambe. I carabinieri della Compagnia di Tolentino, una volta scattato l’allarme, sono giunti in contrada Le Grazie, ma dei ladri nessuna traccia. Hanno effettuato i dovuti rilievi per ricostruire l’accaduto e rintracciare i malviventi. Le indagini sono ancora in corso. A mettersi in azione sarebbe stata una banda di professionisti, bene organizzata, che sapeva precisamente cosa prendere. Forse è stato un raid su commissione.

È addirittura la quinta volta che il Chienti Bike subisce un furto. Lo scorso anno c’era stato ai danni dell’attività con sede a Le Grazie un maxi colpo da oltre 200 mila euro. Il furto era stato messo a segno sempre durante la notte, le 2.30 e le 3. Secondo quanto era stato ricostruito, i ladri, una volta dentro il negozio, avevano preso le biciclette e le avevano poi caricate all’interno di un camion. Un’operazione che i malviventi avevano effettuato in poco tempo. 

Erano ben 30 le biciclette elettriche, anche piuttosto pesanti, che i ladri avevano fatto sparire dal negozi. Una volta caricata tutta le refurtiva e dopo aver ripulito la cassa, i malviventi erano scappati, facendo perdere le loro tracce. Nella prima mattinata era stato il proprietario, arrivato in negozio per la consueta apertura, ad accorgersi di quello che era successo. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA