Le abitazioni infestate dalle termiti, scatta l'allarme: «Interventi nella zona Foro Boario»

Mercoledì 29 Luglio 2020
Un intervento di disinfestazione dalle termiti
TOLENTINO - Si diffonde l’infestazione da termiti nelle abitazioni di Foro Boario e delle vie limitrofe. I consiglieri comunali di opposizione interrogano il sindaco Pezzanesi sulle soluzioni che si vogliono adottare. Gianni Corvatta del Laboratorio delle idee per Tolentino, Anna Quercetti e Luca Cesini del Partito democratico chiedono se l’amministrazione comunale ha intenzione di riprendere il controllo e il monitoraggio delle zone interessate dalla infestazione, e di attivare il trattamento previsto. 
Secondo i tre consiglieri sarebbe opportuno effettuare uno studio «per definire e circoscrivere le zone contaminate, nonché redigere un protocollo operativo con il coinvolgimento della cartiera e del Consiglio di quartiere in modo da interessare attivamente i cittadini nel rispetto delle procedure previste». Risale al luglio 2016 la segnalazione di una famiglia residente nella zona Foro Boario riguardante l’infestazione della loro abitazione in legno di termiti di terra. Dopo varie sollecitazioni rivolte all’amministrazione comunale, da parte di un avvocato della famiglia, sono stati effettuati degli accertamenti tecnici dell’Assam, eseguiti in presenza di tecnici comunali ed assessori, dai quali è stato riscontrato che un’ampia zona comprendente le vie pubbliche, Foro Boario, della Cartiera, XXV Aprile, ed aree private, compresa quella all’interno della cartiera, erano interessate dalla presenza di termiti. Termiti che avevano provocato gravi danni alle strutture e agli alberi di alto fusto presenti. 
La relazione Assam aveva indicato il ricorso a modalità di monitoraggio con la collocazione di stazioni contenenti esche e in caso di riscontro positivo, l’utilizzo di pesticidi a basso impatto ambientale, con l’indicazione che lo smaltimento del legname infestato doveva essere trasportato con mezzi idonei e smaltito tramite distruzione. Sulla base di quanto indicato dall’Assam, l’amministrazione comunale ha incaricato una ditta specializzata per l’istallazione di stazioni di rilevamento al fine di monitorare il fenomeno e intervenire con insetticidi per eliminarne le colonie. «L’attività indicata – sostengono i tre consiglieri - risulta interrotta dall’ottobre 2019 e dalle informazioni assunte il fenomeno non è stato risolto».  © RIPRODUZIONE RISERVATA