Tolentino, il finto dottore con il camice
ruba mille euro in casa dell'anziana

Sabato 12 Ottobre 2019 di Carla Passacantando

TOLENTINO Si veste di bianco, dice di essere un medico di Macerata ed entra, insieme a un complice, in casa di un’anziana di 89 anni; e mentre lui la distrae, l’altro rovista ovunque e ruba mille euro in contanti nella camera dell’anziana. Dopo i falsi tecnici del gas, i falsi impiegati comunali ora anche i falsi medici: un altro dei mille e uno stratagemmi dei ladri per ripulire anziani soli in casa.

Nonnina smaschera finto funzionario di banca al telefono

L’episodio è avvenuto mercoledì in centro ed è stata la vittima a denunciarlo il giorno dopo. La donna ha raccontato che il sedicente medico con il complice è voluto entrare nell’abitazione col pretesto di dover fare delle indagini cliniche e mentre lui distraeva l’anziana, il complice girovagava per la casa in cerca di soldi o altro da trafugare. Una volta trovato, entrambi si sono subito dileguati nelle vie adiacenti dove una terza persona era ad attenderli. L’anziana si è accorta del furto quando si è recata in camera da letto dove ha trovato tutto a soqquadro. Sono in corso le indagini da parte dei carabinieri; ricerche non facili in quanto la casa è in una zona non videosorvegliata. 
 
I carabinieri indagano su un secondo furto in appartamento messo a segno con mezzi fraudolenti ai danni di un’altra donna anziana. la denuncia è avvenuta nei giorni scorsi, ma il fatto risale al 24 settembre. Secondo quanto raccontato, la donna, una 81enne, mentre rincasava è stata avvicinata da due sconosciuti che, con pretesti vari, hanno convinto l’anziana a farli entrare in casa. I malfattori sono riusciti ad arrivare fino alla soffitta dove hanno forzato l’armadio, all’interno del quale c’erano contanti per 15mila euro . Una volta arraffata la somma, i ladri si sono poi dileguati nelle vie limitrofe. Pure in questo caso l’area della casa non è videosorvegliata. 
Ancora un furto in casa, ma questa volta a San Severino, nella notte tra il 4 e 5 ottobre ai danni di una 40enne. I malviventi sono entrati nell’abitazione mentre la proprietaria dormiva passando per una finestra dopo averla divelta. I ladri hanno trafugvato da un cassetto della camera da letto 900 euro in contanti. «Nel territorio della Compagnia di Tolentino che comprende 17 comuni - spiega il comandante Giacomo De Carlini - nel 2018 sono avvenuti meno di un centinaio di furti, mentre quest’anno finora sono meno di 80. Dopo il terremoto abbiamo presidiato il territorio stringendo le maglie dei controlli». 

Controlli che hanno portato i carabinieri di San Ginesio ad arrestare Francesco Amici, un 40enne del posto, in seguito ad un ordine di esecuzione del Tribunale di Macerata dovendo espiare una pena di un anno e 8 mesi e per reati di ricettazione e falso per fatti commessi n nel 2014. Arrestato anche Giandomenico Petetta, ginesino pure lui, di 67 anni per un ordine di esecuzione del Tribunale di Ascoli Piceno dovendo espiare una pena di un anno per reati di truffa e falso per fatti commessi nel 2013.

© RIPRODUZIONE RISERVATA