Tolentino, impiegato accoltella il rivale in amore
tentato omicidio nell’area dei container

Giovedì 3 Ottobre 2019 di Carla Passacantando
Tolentino, impiegato accoltella il rivale in amore tentato omicidio nell’area dei container

TOLENTINO - Accoltella il rivale in amore nell’area del villaggio dei moduli abitativi in contrada Cristoforo Colombo. L’aggressore è S. F., un uomo di Caldarola di 58 anni domiciliato presso i container degli sfollati, impiegato e incensurato. Ieri sera è stato arrestato dai carabinieri del Norm con l’accusa di tentato omicidio aggravato. Il ferito, un tolentinate di 44 anni anche lui sfollato e abitante nei container, è finito in ospedale con una ferita da taglio e una prognosi di 10 giorni. Il diverbio, avvenuto verso le 14.30, è legato a una donna contesa. 

 

La lite sarebbe scoppiata dunque per motivi sentimentali. Tra i due si sarebbero subito alzati i toni, l’uomo di Caldarola ha afferrato un coltello da cucina con una lama di 14 centimetri tentando più volte di ferire la vittima riuscendoci però solo una volta. Un fendente che ha ferito il rivale al costato sinistro. La lama si è fermata su una costola e questo ha evitato conseguenze più gravi. Alcune persone che erano ai container hanno immediatamente avvertito i carabinieri e gli operatori sanitari del 118 di Macerata. Sul posto nel giro di pochissimo tempo sono arrivati i militari, che hanno fermato il 58enne ancora armato ed intenzionato, secondo quanto ricostruito dagli stessi investigatori dell’Arma, a portare a compimento l’aggressione. La vittima nel frattempo è stata trasportata in ambulanza al pronto soccorso dell’ospedale di Macerata dove è stata sottoposta alle cure del caso. L’aggressore è stato invece portato in caserma e sentito dagli inquirenti. Dopo gli accertamenti del caso è finito agli arresti domiciliari in attesa del processo per direttissima. L’arma è stata sequestrata e l’attività investigativa condotta dal Norm insieme ai colleghi della stazione di Tolentino è ancora in corso sotto il coordinamento della procura. A vigilare sul villaggio dei moduli abitativi, dopo l’episodio, sono giunti gli agenti della polizia locale di Tolentino che sono rimasti sul posto per tutto il pomeriggio fino a sera. Il sindaco di Tolentino Giuseppe Pezzanesi si è subito interessato dell’accaduto e ha voluto precisare che la questione riguarda la sfera personale ribadendo che la sicurezza nell’area di container è garantita anche grazie al lavoro della Pars e della Protezione civile.
 

Ultimo aggiornamento: 15:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA