Padre Vittorini aggredito a Bologna, è stato preso a pugni da un passante. «Pronto a rimettermi al servizio della comunità»

Padre Domenico Vittorini
Padre Domenico Vittorini
di Carla Passacantando
3 Minuti di Lettura
Domenica 6 Giugno 2021, 07:50

SERRAPETRONA - Brutta avventura per padre Domenico Vittorini, priore agostiniano della basilica di San Giacomo Maggiore di Bologna, originario di Serrapetrona. Il religioso, che si è formato nelle Marche e all’inizio ha operato nel convento di San Nicola di Tolentino dove è rimasto fino al 2009, è stato aggredito da un uomo e preso a pugni.

Zona bianca per altre 4 regioni, quando Lazio e Lombardia? Coprifuoco alle 24 da lunedì, lite sulle discoteche

Un boato e la falesia frana, paura in spiaggia: erano in tre nel tratto vietato

 
L’agostiniano ha dovuto far ricorso alle cure dei sanitari dell’ospedale di Sant’Orsola di Bologna. I fatti risalgono a venerdì mattina, a poco prima delle 9, in via Zamboni. Padre Domenico Vittorini, che è anche cappellano della Polizia di Stato, è stato avvicinato con toni aggressivi da un uomo che poi è passato ai fatti prendendolo a pugni in testa. L’episodio si sarebbe consumato poco lontano dalla basilica di San Giacomo Maggiore.

L’aggressore frequenta la zona della basilica. Sul luogo sono subito intervenuti gli agenti della Polizia che sono riusciti a bloccare lo squilibrato, un cittadino albanese di 35 anni già conosciuto alle forze dell’ordine e con diversi problemi tanto che è stato in passato sottoposto a trattamento sanitario obbligatorio. L’aggressore è stato accompagnato in questura e denunciato. Padre Domenico Vittorini, dopo le prime cure sul posto, è stato trasportato in ospedale, al pronto soccorso del Policlinico Sant’Orsola di Bologna per accertamenti ma ha già fatto ritorno in convento, pronto a ricominciare il suo lavoro per la comunità.

«Ho solo un dolore in testa dove ha preso i pugni - dice - ma per il resto sto bene. Non basta e non è necessario solo preoccuparsi, bisogna occuparsi di queste persone». Il religioso è molto conosciuto anche nella zona universitaria di Bologna dato che gestisce la mensa per i bisognosi nei locali attigui alla basilica, nonché a Tolentino e nel maceratese. «Il priore della basilica di San Nicola di Tolentino e la comunità agostiniana sono vicini a padre Domenico Vittorini – afferma padre Gabriele Pedicino, priore della Basilica di San Nicola - e si rattristano per la tanta violenza di cui sono piene le nostre strade e città. Sappiamo bene quanto dolore, quanti problemi ci sono nel cuore di tanti uomini e donne del nostro tempo e anche padre Domenico Vittorini lo sa. È forte e ha fede».

© RIPRODUZIONE RISERVATA