Litigano per la raccolta delle castagne poi volano anche minacce di morte: 27enne a processo

Litigano per la raccolta delle castagne poi volano anche minacce di morte: 27enne a processo
Litigano per la raccolta delle castagne poi volano anche minacce di morte: 27enne a processo
2 Minuti di Lettura
Giovedì 9 Giugno 2022, 10:10

SARNANO -  Una discussione per la raccolta delle castagne finisce in aggressione, poi in ospedale e poi ancora in Tribunale. Ieri mattina un 27enne è stato rinviato a giudizio per lesioni e minacce: avrebbe aggredito un 62enne con una spranga di ferro per poi minacciarlo di morte.

 

La difesa: «Il mio cliente si è solo difeso, lo dimostreremo in dibattimento. Ha subito lesioni e ha sporto querela, ci sarà un processo in cui saranno invertite le posizioni».


La vicenda risale al 26 ottobre del 2020 quando, secondo l’accusa, il giovane avrebbe aggredito un 62enne al braccio, al torace, all’addome e alla spalla con una spranga di ferro per poi minacciarlo che lo avrebbe ammazzato. L’uomo, che ieri si è costituito parte civile con l’avvocato Cinzia Cuccioletta del foro di Fermo, aveva riportato lesioni con una prognosi di oltre 40 giorni. L’imputato, tramite l’avvocato Olindo Dionisi, rigetta gli addebiti. Secondo la difesa quel giorno il 27enne era andato a raccogliere le castagne in contrada Vecciola. Aveva l’autorizzazione del proprietario quando, per la difesa, sarebbe stato aggredito dal 60enne che poi era andato via.

I due si sarebbero incontrati poco dopo in paese e, sempre per la difesa, il 60enne avrebbe preso la spranga, il 27enne gliel’avrebbe tolta dalle mani e ne sarebbe nata la colluttazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA