Macerata, raffica di controlli sulla gestione rifiuti: nei guai 55 furbetti. "Spiati" con spycam e vigili in borghese

Macerata, raffica di controlli sulla gestione rifiuti: nei guai 55 furbetti. "Spiati" con spycam e vigili in borghese
Macerata, raffica di controlli sulla gestione rifiuti: nei guai 55 furbetti. "Spiati" con spycam e vigili in borghese
di Mauro Giustozzi
4 Minuti di Lettura
Martedì 19 Luglio 2022, 06:15

MACERATA - Rifiuti nel mirino della polizia locale anche in questi primi sei mesi del 2022. Le violazioni accertate sono state 55, una media di poco più di 9 al mese. È grande l’impegno da parte del comando guidato da Danilo Doria anche con agenti in borghese e non.

Sotto la lente il conferimento dei rifiuti e il rispetto delle norme da parte dei proprietari di cani. Un impegno, quello della polizia locale, finalizzato alla salvaguardia dell’ambiente e a indirizzare corretti comportamenti da parte dei cittadini.

 
I dettagli 


Interventi e sanzioni sono state effettuate nelle vie Manzoni, Pergolesi, Foscolo, Cincinelli, Severini, Borghi, Robusti e le contrade Corneto e Rotacupa. Ulteriori controlli sono stati effettuati con l’ausilio della telecamera mobile, nel pieno rispetto della privacy, in via Verdi, via Cincinelli e nelle contrade Montalbano, Corneto, Mozzavinci, Santo Stefano, Botonto e agli Orti di Trodica, una stradina che si trova lateralmente alla fine di via Vittime delle Foibe, dove l’abbandono di rifiuti anche ingombranti (trovati pure letti e Tv) era sistematico ma grazie all’ausilio della spycam la situazione è migliorata. Il numero delle violazioni accertate è ancora alto, anche se in lieve diminuzione rispetto all’anno scorso, proprio grazie all’impegno dei vigili. Alta pure l’attenzione per quanto riguarda il centro storico, sia sul fronte della lotta all’abbandono di rifiuti che per la tutela del decoro urbano, con la questione delle scritte sui muri che pure viene monitorata con pattuglie e telecamera mobile. In tema di tutela ambientale le violazioni ai regolamenti comunali e delle ordinanze sono state 5, i veicoli rinvenuti in stato di abbandono 4, così come 4 sono state le sanzioni nei confronti dei proprietari dei cani. 

Le attività 


Per quello che riguarda le principali attività svolte nei primi sei mesi di quest’anno dagli operatori della polizia locale, gli incidenti stradali rilevati sono stati 139, le richieste di accesso agli atti per gli stessi 298. Le violazioni ai regolamenti comunali e alle ordinanze 92, 218 i verbali emessi per veicoli in sosta in aree riservate ai residenti, 172 per aree carico e scarico, 32 per passaggi pedonali, 72 aree per disabili e 75 per soste su marciapiedi, le rimozioni di mezzi 173. Ventotto i controlli edilizi effettuati mentre le segnalazioni, di vario tipo, giunte al comando sono state complessivamente 3.587. Passando alle telecamere Ocr, i servizi effettuati sono stati 80 e le violazioni accertate 217; con telelaser, rispettivamente 9 e 21. L’organizzazione dei servizi ha visto in azione il vigile di quartiere con 18 report mensili.
I controlli serali, compresi quelli messi in campo per la movida, sono stati 206, 244 per l’ordine pubblico, 10 antidroga e 720 per il Covid. E a proposito di Covid le persone controllate sono state 57.520, quelle sanzionate 7 mentre gli esercizi controllati sono stati 14.388. 

L’intervento 


«Non posso che elogiare l’operato della mia polizia locale – ha detto il sindaco Sandro Parcaroli ieri mattina durante la festa dei vigili urbani nella sala consiliare del Comune, nel corso della quale sono stati premiati gli agenti -. Dare questi encomi agli agenti, non solo di Macerata ma anche di Comuni vicini, mi fa molto piacere e conferma come sia essenziale la collaborazione tra i territori che io sto portando avanti con tutti i miei colleghi. È bello lavorare tutti assieme e mettendo in sinergia le forze di cui disponiamo. Sono orgoglioso di dare oggi questi encomi: diamo un valore al lavoro che queste persone ogni giorno svolgono. Questi encomi dobbiamo estenderli, e lo prendo come impegno oggi. Meritano riconoscimenti anche agli altri lavoratori del Comune: ci sono più di 300 persone che quotidianamente si impegnano per il bene della collettività. I dati del bilancio dell’attività della polizia locale - ha concluso Parcaroli - ci permettono di evidenziare il grande, puntuale e costante lavoro degli agenti che, ogni giorno, sono impegnati nel garantire il controllo e la sicurezza di Macerata, sempre al fianco dei cittadini». 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA