Motoraduno, che slancio dopo il Covid: numeri record, un migliaio di centauri in piazza

Motoraduno, che slancio dopo il Covid: numeri record, un migliaio di centauri in piazza
Motoraduno, che slancio dopo il Covid: numeri record, un migliaio di centauri in piazza
di Giuseppe Porzi
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 27 Aprile 2022, 07:25

RECANATI -  L’edizione numero 38 del motoraduno nazionale “Città di Recanati” che ha visto una grande partecipazione di motociclisti provenienti da ogni regione d’Italia con oltre 350 iscritti per un totale di un migliaio di motociclisti che nell’ultimo fine settimana hanno invaso corso Persiani e piazza Leopardi. Presenti all’evento organizzato dal Moto Club Franco Uncini, guidato dal presidente Daniele Cesca, il sindaco Antonio Bravi col delegato allo sport Sergio Bartoli, e Luca Marconi in rappresentanza della Regione,.

 
Significativa la presenza del vicepresidente della Federazione motociclistica Rocco Lopardo e il vicepresidente vicario Giuseppe Bartolucci che, spoega il motoclub «testimonia l’importanza degli eventi mototuristici federali, grazie ai quali viene promossa la cultura del motociclismo nel territorio». Lopardo ha sottolineato anche la qualità della manifestazione recanatese per l’ottima organizzazione del Moto Club. Bravi ha portato i i saluti del Comune e a nome di tutta l’amministrazione comunale ha ringraziato i partecipanti, in particolare il Moto club Franco Uncini «che riesce sempre ad organizzare una ottima all’accoglienza dei tanti amici motociclisti che arrivano nella nostra città». La manifestazione ha avuto il suo culmine col giro turistico nel centro storico aperto dal sindaco Bravi con Rocco Lopardo. Il lungo serpentone di moto era atteso a Loreto in piazza della Madonna per la benedizione del motociclista impartita dall’arcivescovo Fabio dal Cin.


«È stata una settimana molto impegnativa - ha dichiarato il presidente Daniele Cesca - ma siamo stati ripagati nel vedere piazza Leopardi stracolma di tante moto al punto che mi sono emozionato. Il mio enorme grazie va a tutti gli sponsor che credono in noi, alla Federazione motociclistica , all’amministrazione comunale, alla polizia all’ufficio tecnico in particolare Federico Magnarelli per l’aiuto nell’allestire il palco in piazza, alla compagnia del teatro Instabile alla concessionaria Cascioli Bmw e a tutti gli amici che hanno speso del loro tempo per darci una mano».

Il Motoraduno era valido come prova nazionale con il trofeo “15° Memorial Andrea Cesca” che è stato assegnato nella categoria extra regione al Moto Club 598 della Basilicata, mentre il trofeo in ricordo di Adalberto Andreoli nella categoria Moto Club della regione e stato assegnato al Moto Club Benelli di Pesaro. le premiazioni si sono concluse con la consegna al Moto club Uncini di un quadro in ricordo di Marco Simoncelli da parte del Moto Club Misano Adriatico. Riguardo al futuro, il Moto club Uncini si prepara all’appuntamento di Bolognola del 12 di giugno nel cuore dei monti sibillini, e poi concludere la stagione il 27 e 28 agosto con il 18° Motoraduno della Papera a Recanati dove si festeggerà il 40 anni della vittoria mondiale di Franco Uncini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA