Stranieri sfruttati per il lavoro nei campi
12 ore al giorno per cinque euro all'ora

Venerdì 20 Settembre 2019
RECANATI - Sfruttava gli stranieri nel lavoro nei campi, alcuni costringendoli a lavorare 12 ore al giorno per cinque euro all’ora, altri senza riposo settimanale e a volte senza neppure retribuzione. L’azienda, ora, è finita sotto controllo giudiziario. Si tratta del primo provvedimento adottato nelle Marche ed emesso dal gip di Macerata Claudio Bonifazi, su richiesta della procura, in materia di caporalato. L’azienda agricola finita nel mirino della magistratura è il “Girasole” di Mohamed Malik, di Recanati, con sede operativa a Montelupone. 


****    Il servizio completo nell'edizione di domani di Corriere Adriatico in edicola Ultimo aggiornamento: 23:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA