Non accetta la relazione con un italiano, padre macedone a giudizio per stalking sulla figlia

Giovedì 30 Gennaio 2020
Recanati, non accetta la relazione con un italiano, padre macedone a giudizio per stalking sulla figlia

RECANATI - Non accetta la relazione della figlia con un ragazzo italiano e la perseguita. A giudizio il padre. Finirà a processo un macedone di 38 anni accusato di atti persecutori, stalking, nei confronti della figlia. Secondo l’accusa, ieri sostenuta in aula dal pubblico ministero Rosanna Buccini, le persecuzioni sarebbero state messe in atto nel 2018. 

LEGGI ANCHE:
Pesaro, simula un'aggressione per nascondere la tresca. Denunciata per calunnia, è irreperibile

Coronavirus, Alessia da Monte Urano a Wuhan: «Esco poco e solo con la mascherina»

Le contestazioni riguardano i comportamenti che il genitore avrebbe avuto in quattro giorni, dal 27 aprile al primo maggio del 2018, ma sufficienti a far vivere la figlia in uno stato di ansia e paura. Nello specifico il genitore è accusato di aver pedinato e controllato la figlia che stava vivendo una relazione sentimentale con un ragazzo italiano. L’uomo non avrebbe accettato quella decisione della figlia, tantomeno la sua volontà di vivere all’occidentale, per questo in più di un’occasione l’avrebbe seguita nei suoi spostamenti a bordo di una moto. La giovane in un’occasione chiamò anche le forze dell’ordine e in precedenza lo aveva denunciato per maltrattamenti in famiglia (denuncia che poi si tramutò in processo penale). 

© RIPRODUZIONE RISERVATA