Dai centauri del Moto Club Uncini regali e sorrisi ai bambini ricoverati al Salesi

Il Moto Club Franco Uncini all'ospedale Salesi
Il Moto Club Franco Uncini all'ospedale Salesi
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 8 Gennaio 2020, 08:01

RECANATI - Fa parte ormai della felice tradizione dei centauri recanatesi portare i doni ai piccoli pazienti del Salesi nel giorno dell’Epifania. Una iniziativa quanto mai apprezzata. Anche quest’anno, quindi, la Befana è arrivata all’ospedale pediatrico Salesi di Ancona per portare un sorriso ai bambini malati, costretti a vivere sul letto d’ospedale un giorno di festa come l’ Epifania. E allora ecco che l’altro ieri, che la vecchina più amata dai bambini si è presentata a bordo delle due ruote grazie al Moto Club “Franco Uncini” di Recanati e “Occhio del Gallo” di Camerano e Mariotti di Loreto. 
Di prima mattina il rombo delle moto con il ritrovo al Passetto di Ancona ha attraversato con alcuni giri via Corridoni, per dare modo ai bambini di osservare, attraverso le vetrate dell’ospedale, i centauri con le Befane in sella alle moto; poi l’arrivo all’ingresso secondario della struttura ospedaliera: nel salone sono state poste le moto da competizione per la gioia dei piccoli pazienti accompagnati da famigliari.
Insieme alla classica calza piena di doni sono arrivati i beniamini delle due ruote con il campione europeo Super Sport e campione italiano Superbike Matteo Baiocco di Osimo, il campione Master Cup del 2014 Simone Santarelli di Senigallia, il campione italiano Superbike Gianluca Battisti di Chiaravalle, i ragazzi del reparto corse del Moto Club Franco Uncini, il campione di motocross Gioele Filippetti di Loreto e la giovanissima promessa del motociclismo Mattia Volpi, 13enne di Potenza Picena che quest’anno parteciperà al campionato europeo in Spagna nel team Simoncelli. Con loro anche la straordinaria partecipazione dell’official Fan Club 46 Valentino Rossi. A loro si è unito idealmente l'ex campione del mondo Franco Uncini che non ha potuto essere presente.
I centauri e le Befane hanno consegnato ai bambini caramelle, dolciumi, magliette e gadget condividendo con loro una passione e distraendoli dalle difficoltà che  stanno vivendo.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA