L'infermiera sente il ladro frugare tra le sue cose: gli acrobati razziano due case

Venerdì 9 Ottobre 2020 di Roberto Tanoni
L'infermiera sente il ladro frugare tra le sue cose: gli acrobati razziano due case

RECANATI - Doppio furto nelle abitazioni lungo via Loreto, la strada che da Recanati conduce a Castelfidardo. A subire il furto, l’altro ieri verso l’ora di cena, due signore anziane.

 

LEGGI ANCHE:

Due studenti contagiati al Da Vinci, in quarantena tre classi e i professori

 

Coronavirus, allarme sempre più forte: tra i contagiati c'è anche un primario

 

La prima di origine polacca e infermiera agli Ircer era in casa e si è accorda solo in un secondo momento che dall’altra parte della sua abitazione il ladro era già salito dal balcone ed era in azione rovistando tra le sue cose personali.

 

La seconda signora proprietaria di un appartamento, sempre al secondo piano, e a pochissima distanza, al momento del furto, non si trovava in casa. 

Sui due furti, avvenuti nel giro di pochi minuti l’uno dall’altro, stanno indagando i Carabinieri della Stazione di Recanati che si avvarranno, oltre che delle varie testimonianze dei vicini, anche delle immagini di due telecamere di videosorveglianza poco distanti. La prima posta sulla rotonda all’ incrocio con via Offagna e l altra sopra la chiesa di San Francesco che inquadra lungo tutta la via Loreto. Il ladro o i ladri sono entrati dalla parte posteriore delle abitazioni prese di mira, che si affacciano in una piccola via parallela all’altra principale via Beato Benvenuto. I malviventi, probabilmente dei funamboli esperti nell’arrampicata sui terrazzi hanno sfruttato le tubature del gas o grondaie che passano lì vicino. La refurtiva, da una prima stima provvisoria, è quantificata in denaro contante (qualche centinaio di euro) e vari oggetti e monili in oro. 

Ad accorgersi del primo furto la signora polacca che era intenta in cucina a preparare da cena e che ha avvisato i carabinieri subito giunti sul posto. Nell’attesa del loro arrivo la donna era uscita urlando in preda allo spavento ha indicato ai carabinieri due giovanotti che passavano in quel momento, ma a un con trollo successivo fatto in caserma, i due giovani sono risultati del tutto estranei ai fatti. Le indagini comunque proseguono e dalle immagini delle telecamere potrebbero emergere elementi utili all’individuazione dei banditi.

 

Ultimo aggiornamento: 09:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA