I finalisti di Musicultura a Recanati: tanti nomi importanti tra gli ospiti. E anche due concerti al teatro Persiani

Venerdì 29 Aprile 2022 di Daniel Fermanelli
I finalisti di Musicultura a Recanati: tanti nomi importanti tra gli ospiti. E anche due concerti al teatro Persiani

RECANATI  - Dopo il boom di presenze registrate a Recanati nel ponte del 25 Aprile, caratterizzato da numerosissimi eventi promossi dal Comune, Recanati scalda i motori per accogliere i 18 finalisti di Musicultura e i grandi ospiti attesi nella due giorni di concerti al teatro Persiani, il 3 e 4 maggio prossimi.

 

«Siamo pronti ad accogliere e a sostenere i 18 finalisti – ha dichiarato il sindaco Antonio Bravi –. L’appuntamento che ogni anno tiene a battesimo i giovani artisti in concorso rappresenta una tappa importante del festival che è nato proprio a Recanati dalla creatività del compianto concittadino Piero Cesanelli. Musicultura è un trampolino di lancio per i giovani talenti, così come lo è stato per il nostro atteso ospite Simone Cristicchi, già vincitore del festival agli esordi della sua carriera. La nostra comunità avrà il piacere di scoprire in anteprima al Persiani i grandi protagonisti della musica italiana di domani». 


Al teatro Persiani il 3 maggio si esibiranno nove dei diciotto finalisti, ad impreziosire la serata contribuiranno la sensibilità e le performance, studiate ad hoc, di Simone Cristicchi ed Amara. Cristicchi, lo ricordiamo, fu proclamato vincitore assoluto di Musicultura nel 2005 con il brano “Studentessa universitaria”, singolo dell’album “Il fabbricante di canzoni”, con il quale si aggiudicò anche la Targa della critica. È oggi tra i membri del Comitato di garanzia di Musicultura, l’importante giuria formata dal gotha della letteratura e della canzone italiana. Il 4 maggio andranno in scena gli altri nove finalisti, la serata potrà contare inoltre sulla testimonianza artistica di un padrino d’eccezione: Enrico Ruggeri. Firma nobile della canzone popolare e d’autore italiana, scrittore e fine narratore, Ruggeri è legato a Musicultura da un reciproco rapporto di stima ed amicizia, non a caso ha condotto le ultime tre edizioni del Festival allo Sferisterio di Macerata, in onda sulla Rai, e figura anche lui tra i membri del prestigioso Comitato di garanzia. In arrivo nella città dell’Infinito anche lo staff tecnico e i conduttori di Rai Radio 1 John Vignola, Marcella Sullo e Duccio Pasqua per preparare le dirette integrali dei due concerti, che andranno in onda a partire dalle 21.05. 


«Musicultura riaccende i riflettori nazionali sulla nostra città – ha affermato l’assessore alla Cultura Rita Soccio -. Quest’anno in particolare offriamo ai cittadini un doppio spettacolo, con la grande musica d’autore che vedrà congiungere le esibizioni dei finalisti e di amati artisti come Cristicchi, Amara e Ruggeri. Un ringraziamento particolare ad Ezio Nannipieri, che ci ha permesso di organizzare questa attesissima maratona musicale con gli amici di Rai Radio 1».

Sul palcoscenico del teatro Persiani si esibiranno i 18 finalisti dell’edizione 2022, frutto di una selezione lunga ed articolata, iniziata nel novembre scorso, con l’ascolto delle 2.172 canzoni in concorso, record assoluto di partecipazioni a Musicultura. Protagonisti Caspio di Trieste; Emit di Lodi; Iosonorama di Napoli; Isotta di Siena; Kamahatma di Trecate (Novara); Malvax di Modena; Cassandra Raffaele di Vittoria (Ragusa); Sandri di Cesena; Sara Loreni di Parma; Sofia Rollo di Lecce; Te quiero Euridice di Piacenza; Themorbelli di Alessandria; Valeria Sturba di Bologna; Valerio Lysander di Roma; Martina Vinci di Genova; Vito di Palermo; Y0 di Ravenna e Yosh Whale di Salerno.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA