Colpito dal Covid, addio al commerciante Taborro: creò una catena di supermarket

Sabato 27 Febbraio 2021
Colpito dal Covid, addio al commerciante Taborro: creò una catena di supermarket

RECANATI  - Il Covid si è portato via Pierino Taborro, storico commerciante di Recanati. La città piange un uomo che ha fatto la storia del commercio locale, svolgendo il proprio lavoro con grande passione ed onestà, per poi segnare il passaggio da una piccola realtà ad una catena di supermercati. Taborro, in pensione dal 2012, aveva 85 anni ed era stato ricoverato al Covid center di Civitanova Marche. Giovedì sera la triste notizia che si è diffusa in città, gettando nello sconforto quanti lo conoscevano. 

LEGGI ANCHE:

Arriva la conferma: Marche in zona arancione. Tornano le limitazioni, altri divieti

 


Taborro è stato da sempre impegnato nel settore del commercio alimentare: il primo discount prese vita nel centro storico della città leopardiana; lo gestiva insieme alla moglie Danila. Ma l’impegno nell’attività portò ben presto i suoi frutti, tanto che la famiglia decise di ampliarsi e di dar vita ad altre realtà: due nuovi punti nacquero rispettivamente nel quartiere Fonti San Lorenzo ed in via del Mare. Con qualche anno il commerciante divenne uno dei punti di riferimento cittadini per il settore alimentare.

La crescita degli impegni lo portarono a cedere le due attività che aveva creato in seguito, mentre decise di proseguire con il primo negozio del centro storico. Nello stesso locale dove aveva mosso i primi passi da commerciante, Pierino Taborro ha deciso anche di terminare il suo impegno quando nel 2012 è arrivata la pensione. Non è da tutti, infatti, avere il coraggio di mettere un punto sul proprio lavoro, soprattutto nel caso delle attività in proprio. 


Ma anche in quel caso Taborro ha dimostrato di essere all’avanguardia e di riconoscere la necessità di un cambio di passo anche per quella sua prima creatura. Ciò che lui aveva creato, infatti, ha continuato a vivere grazie ad una catena alimentare che ha acquisito l’attività. Nonostante da nove anni non fosse più impegnato nel settore commerciale, Taborro è stato sempre nella memoria dei recanatesi per aver creduto nella sua città e nelle potenzialità dei suoi locali. L’anziano lascia i tre figli: Fabio, Gessica e Roberto. I funerali, come richiesto dalla famiglia, si terranno in forma riservata. Proprio per questo motivo non sono state rese note le indicazioni sul luogo e la data della cerimonia.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA