Recanati, allarme amianto dopo
l'incendio: interdetta tutta l'area

Allarme amianto dopo
l'incendio nel capannone:
interdetta tutta l'area
RECANATI - Dopo l’incendio che nei giorni scorsi ha distrutto un capannone in via Turati, a Villa Musone, il Comune di Recanati ha emesso un’ordinanza per la messa in sicurezza dell’area interessata dal rogo con l’obbligo di bonifica del materiale in quanto contenente amianto e del terreno contaminato dall’amianto stesso. Nel momento dell’emergenza sul posto erano intervenuti, infatti, sia i vigili del fuoco per avere ragione delle fiamme, che i tecnici dell’Arpam, per verificare le ricadute ambientali e gli eventuali pericoli per le persone. Sulla copertura della struttura, adibita ad accessorio agricolo, era stata rilevata la presenza di amianto e per questo era scattato l’allarme.

Subito la zona è stata segnalata e interdetta per l’accesso di qualsiasi persona sino all’espletamento delle operazioni di bonifica che dovranno essere fatte da una ditta specializzata. Infatti il materiale danneggiato comporta un rischio potenziale legato alla dispersione delle fibre di amianto. Ecco spiegato il provvedimento affinché i proprietari dell’immobile provvedano entro 15 giorni dalla notifica alla bonifica della copertura in cemento amianto dell’immobile andato distrutto nell’incendio.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoled├Č 14 Marzo 2018, 11:43 - Ultimo aggiornamento: 14-03-2018 11:55

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO