Mattarella all'inaugurazione dell'anno accademico dell'Università: «La ricostruzione è impegno primario»

Giovedì 15 Ottobre 2020

MACERATA - Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, questa mattina a Macerata per inaugurare il nuovo anno accademico di Unimc. Ad accoglierlo, in piazza della Libertà, il presidente della Regione, Francesco Acquaroli, il neo sindaco Sandro Parcaroli e il rettore Francesco Adornato. Nel teatro Lauro Rossi la celebrazione dei 730 anni di storia dell'ateneo del capoluogo di provincia.

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è stato accolto accolto dal presidente della Regione, Francesco Acquaroli, dal sindaco Sandro Parcaroli e dal rettore Francesco Adornato, oltre che dall'intero corpo docente dell'ateneo e dagli studenti che lo hanno atteso nella piazza adiacente al teatro Lauro Rossi dove il Capo dello Stato ha fatto il suo ingresso per assistere alla celebrazione dei 730 anni di storia dell'Università cittadina.

 

«La ricostruzione dei territori colpiti dal terremoto rappresenta un impegno primario ed io continuerò a seguirla con grande attenzione»: a dirlo è stato il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in avvio del suo discorso all'inaugurazione dell'anno accademico dell'Università degli studi di Macerata. Ricordando la lettera inviatagli dal neo governatore delle Marche, Francesco Acquaroli, il Capo dello Stato ha ribadito «la ferma determinazione» nel mandare avanti la ricostruzione dei paesi colpiti quattro anni fa dal sisma.

 

«Ci sono diseguaglianze cresciute e la democrazia ha qualche affanno, anche se in realtà la democrazia ha sempre bisogno di essere realizzata epoca per epoca. Ha bisogno di essere inverata soprattutto in una stagione come questa» ha aggiunto Mattarella.

La presenza nel mondo del «virus dell'individualismo, dell'emergere dell'ego dei singoli e degli Stati» è stata sottolineata inoltre dal presidente della Repubblica che si è rifatto alla prolusione del professor Luigi Alici. Il docente aveva parlato della «Fragilità globale - la via dell'umanesimo fra natura e tecnologia» all'inaugurazione dell'anno accademico dell'Universita degli Studi di Macerata. E per Mattarella questo virus ha la stessa pericolosità del coronavirus.

 

IL MINISTRO GAETANO MANFREDI

«L'inaugurazione di questo anno accademico è l'occasione per riaffermare la centralità delle università che si trovano nelle aree interne e rappresentano un punto di forza per i territori, ma anche per il sistema universitario nazionale». A dirlo è il ministro dell'Università, Gaetano Manfredi, stamani a Macerata per i 730 anni dalla fondazione dell'ateneo marchigiano. «Le tante difficoltà causate dall'emergenza sanitaria dobbiamo trasformarle in opportunità - ha aggiunto - Stiamo vivendo un periodo di grande trasformazione digitale e anche il Covid ci ha dimostrato come le tecnologie possono essere delle opportunità». «Dobbiamo coniugare la nostra grande tradizione universitaria con l'innovazione tecnologica, - ha detto ancora Manfredi - così da pensare per il futuro ad atenei più inclusivi, più aperti, più internazionali e in tal senso il governo sta investendo in maniera significativa».

Ultimo aggiornamento: 14:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA