Potenza Picena, passa con il giallo e viene multato dal T-red. Il giudice di pace annulla la sanzione

Potenza Picena, passa con il giallo e viene multato dal T-red. Il giudice di pace annulla la sanzione
Potenza Picena, passa con il giallo e viene multato dal T-red. Il giudice di pace annulla la sanzione
di Benedetta Lombo
3 Minuti di Lettura
Venerdì 16 Settembre 2022, 04:30 - Ultimo aggiornamento: 17 Settembre, 09:32

POTENZA PICENA -  Avvocato passa col giallo e viene multato dal T-red: «È un agguato». Impugna la sanzione, il giudice di pace accoglie il ricorso e annulla la multa. È quanto accaduto nei mesi scorsi all’avvocato Alessandro Brandoni.

   

Il legale per lavoro percorre la strada statale che attraversa Porto Potenza passando per l’incrocio dove da fine dicembre scorso è attivo il semaforo col T-red il sistema di rilevamento automatico delle infrazioni per chi passa col rosso.


«Ma anche col giallo – spiega il legale -. È un agguato, se io sto all’intersezione, magari con un’auto dietro, e in quel momento dal verde scatta il giallo, il dispositivo rileva l’infrazione. Oltre alla multa c’è una sanziona accessoria per cui se vengo sanzionato due volte nell’arco dello stesso anno solare si arriva alla sospensione della patente. In molti non contestano la sanzione ritenendo, erroneamente, che non sia riconosciuta l’illegittimità dell’accertamento, ma non è così. Il problema è che da inizio anno sono più di mille le sanzioni elevate con centinaia di persone che rischiano di vedersi sospendere la patente».

L’avvocato Brandoni ha quindi contestato la sanzione presentando ricorso al giudice di pace. La vicenda è così finita all’attenzione del giudice di Macerata, Antonino Di Renzo Mannino che ha disposto l’annullamento del provvedimento. 

La sentenza
 

Secondo il giudice infatti è possibile che l’auto si sia trovata in prossimità del semaforo nel momento in cui o appena dopo che la luce è passata dal verde al giallo e, avendo un’auto dietro, abbia liberato la via per evitare conseguenze peggiori.
Per il legale però un modo per evitare che l’impianto da strumento per garantire la sicurezza stradale si trasformi in una trappola per l’automobilista c’è. Anzi, sarebbero due: «O si evita di sanzionare quando un’auto passa con il giallo – ha concluso l’avvocato –, oppure l’alternativa è quella di installare un dispositivo che segnali i secondi a disposizione dell’automobilista prima che la luce passi dal verde al giallo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA