Raid nella spiaggia libera a Potenza Picena, i vandali distruggono i supporti per gli ombrelloni installati dal Comune

Raid nella spiaggia libera a Potenza Picena, i vandali distruggono i supporti per gli ombrelloni installati dal Comune
Raid nella spiaggia libera a Potenza Picena, i vandali distruggono i supporti per gli ombrelloni installati dal Comune
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 3 Agosto 2022, 14:21 - Ultimo aggiornamento: 19:08

POTENZA PICENA - Il Comune di Potenza Picena aveva trasformato un tratto di spiaggia libera piantando nella sabbia i porta ombrelloni, distanziati e a disposizione di quanti desiderano stare al mare in totale liberà, portando da casa parasoli e seggioline. Ma l'iniziativa, apprezzata da tutti, è durata poco. Perchè ci hanno pensato i vandali a rovinare le ferie ai bagnanti amanti della spiaggia libera. I soliti ignoti dal cervello piccolo hanno sradicato tutti i supporti e li hanno gettati a terra nelle ore notturne.

Oltre al danno la beffa economia

Il raid vandalico avrà un costo per il Comune che dovrà riposizionare i portaombrelloni e nel frattempo l'amministrazione ha sporto denuncia contro ignoti come avvenuto lo scorso anno. Già perchè i vandali non saltano nemmeno una stagione per rovinare quello che di buono viene realizzato in città.  Poco prima della stagione estiva, Potenza Picenasi è aggiudicata, tramite bando del Ministero dell’Interno, 17.075,73 euro di risorse aggiuntive rispetto a quelle comunali già stanziate (31.712,07 euro) per l’installazione di telecamere di videosorveglianza sul Lungomare Marinai d’Italia (valore complessivo dell’opera 48.787,80 euro) .

In arrivo nuove telecamere anti vandali

I lavori sono già stati affidati alla ditta Police Service srls di Corridonia che provvederà all’istallazione dei dispositivi e al loro collaudo entro la fine dell’anno.  La possibilità di controllo sarà sicuramente un elemento di prevenzione importante. Va sottolineato però che non dovrebbe essere il timore di essere scoperti ad evitare questo genere di azioni, ma il senso di civiltà e rispetto che sono alla base della tutela degli spazi e dei beni comuni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA