Post choc di Celestino Faraci: «Sempre con Putin!». Il presidente Fdi si dimette dall’incarico

Post choc di Celestino Faraci: «Sempre con Putin!». Il presidente Fdi si dimette dall incarico
Post choc di Celestino Faraci: «Sempre con Putin!». Il presidente Fdi si dimette dall’incarico
di Simone Ronchi
4 Minuti di Lettura
Sabato 26 Febbraio 2022, 02:55

POTENZA PICENA  - Una frase a sostegno di Putin scritta su Fb dall’esponente di Fratelli d’Italia di Potenza Picena Celestino Faraci scatena la bagarre politica. L’autore del post incriminato è costretto a lasciare gli incarichi ricoperti nel partito. La vicenda è scaturita in seguito all’esternazione social di Faraci, presidente del circolo potentino di FdI e portavoce locale, arrivata dopo l’attacco bellico russo in Ucraina.

 

«Sempre con Putin! - ha scritto Faraci -. Mai sputare nel piatto dove si è mangiato. La Russia di Putin ci ha dato lavoro in tutti i settori. Da quando gli scienziati del Parlamento europeo hanno messo le prime sanzioni alla Russia il comparto calzaturiero e agro alimentare si sono avviati al fallimento. Ricordiamoci di questo». 


Il post ha scatenato immediate reazioni, culminando nel commento indignato del parlamentare potentino del Pd Mario Morgoni. «Mentre torna l’incubo di una guerra che può produrre effetti devastanti - evidenzia Morgoni -, mentre la Russia di Putin scatena un conflitto per piegare e cancellare uno Stato libero e sovrano il responsabile politico di Fdi a Potenza Picena scrive queste parole. Lascio ai concittadini, compresi gli elettori di FdI, il giudizio» conclude il deputato dem, rimarcando che Faraci riveste ruoli nel partito del governatore Francesco Acquaroli, del sindaco Tartabini e del vicesindaco Casciotti. Le prese di distanza dal post di Faraci, in contrasto con le affermazioni sull’attacco russo in Ucraina arrivate da Giorgia Meloni e dal presidente della Regione, non tardano.

«Mi dissocio categoricamente - scrive il vicesindaco Giulio Cosciotti - la posizione di FdI è chiaramente di condanna verso lo spregevole atteggiamento di Putin. No alla guerra e alla prevaricazione». La bufera mediatica porta Faraci a precisare la sua posizione ed ad annunciare le dimissioni. «Le mie esternazioni su Fb in merito alla situazione Russia - Ucraina sono strettamente personali - puntualizza- e basate su motivazioni economiche e non meramente politiche. Vista la diversa linea del partito sul tema presento immediate e irrevocabili dimissioni dalla carica di portavoce FdI di Potenza Picena». 


«La posizione espressa da Faraci non è in linea con la ferma condanna espressa dall’amministrazione comunale e dal partito a livello nazionale, regionale e locale - commenta il sindaco Noemi Tartabini -. Penso che le dimissioni siano una logica conseguenza di quanto accaduto». Sulla vicenda si registra l’intervento del consigliere regionale di FdI Elena Leonardi. 


«Il fatto che Faraci abbia lasciato dopo il post pubblicato su Fb conferma che la linea del partito sull’attacco della Russia in Ucraina è stata chiara - dichiara l’esponente politica portorecanatese -. Ritengo corretta la decisione dell’esponente di FdI di mettersi in stand by dagli incarichi. Una scelta che va nella direzione di evitare polemiche e strumentalizzazioni». Il consigliere regionale FdI si sofferma sull’attacco di Morgoni. «Le posizione espressa da Faraci richiamava più a questioni economiche che al conflitto - prosegue Leonardi -, mischiare questi 2 aspetti può essere fuorviante. Mi spiace constatare che un parlamentare del Pd utilizzi commenti social personali per attizzare lo scontro politico e per cercare un po’ di visibilità a livello locale. Si combatte una guerra nel cuore dell’Europa, non lontano da casa nostra. In questa fase sarebbe il caso di abbassare i toni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA