Strada-trappola per i pedoni: scatta la mobilitazione dei residenti di due comuni

Strada-trappola per i pedoni: scatta la mobilitazione dei residenti di due comuni
Strada-trappola per i pedoni: scatta la mobilitazione dei residenti di due comuni
di Giulia Sancricca
3 Minuti di Lettura
Lunedì 11 Aprile 2022, 07:50

PORTO RECANATI  - Si è conclusa ieri la raccolta firme messa in campo da parte dei cittadini dei quartieri di Grotte e Montarice che insistono sui Comuni di Loreto e Porto Recanati. L’obiettivo è quello di chiedere attenzione alla viabilità e misure che mettano in sicurezza l’attraversamento dei pedoni. Già nelle scorse settimane, infatti, i residenti delle due località avevano scritto una missiva ai sindaci, della città mariana e di quella rivierasca, Moreno Pieroni e Andrea Michelini, evidenziando i maggiori problemi che si trovano a vivere da tempo e proponendo le soluzioni da attuare. 


«Vi portiamo a conoscenza - hanno scritto i residenti nella petizione - delle gravi criticità che persistono da anni lungo la statale 16 Adriatica, in località Grotte e Montarice.

Il riferimento è al tratto di strada che conduce, in direzione sud, al cavalcavia per raggiungere il centro di Porto Recanati e, in direzione nord, alla rotatoria d’ingresso alla città. Il forte incremento della velocità e del traffico - scrivono - rendono pericoloso l’attraversamento pedonale: non ci sono impianti che garantiscono sicurezza ai pedoni. Chiediamo interventi immediati per il potenziamento e la posa in opera di attraversamenti stradali opportunamente segnalati. Servono percorsi pedonali con relativi marciapiedi e dissuasori di velocità». 


Il sindaco Andrea Michelini rassicura però i residenti, spiegando di «aver già preso contatti col collega di Loreto per un incontro utile a valutare insieme soluzioni percorribili. «Il problema è l’attraversamento dei pedoni - ammette Michelini - . Purtroppo si tratta di un punto dove gli automobilisti vanno a velocità sostenuta. La strada che attraversa le due frazioni è al confine tra Porto Recanati e Loreto ed è per questo che dovremo trovare insieme una soluzione al problema che ci è stato sottoposto da molto tempo. Non appena eletti - confida - abbiamo messo in agenda la questione. Credo che siano necessari attraversamenti normati e semafori intelligenti: in quella strada anche se si tiene una velocità di 50 chilometri orari è sempre sostenuta in uscita di curva. È pericoloso. Ne parleremo con Anas e prefettura - conclude il sindaco portorecanatese - . Va attivata la procedura necessaria a trovare insieme una soluzione adeguata».

© RIPRODUZIONE RISERVATA