Pusher di cocaina dell'Hotel House cerca la fuga tuffandosi in mare, ma il poliziotto nuotatore lo acciuffa

Mercoledì 22 Luglio 2020
Porto Recanati, pusher di cocaina dell'Hotel House cerca la fuga tuffandosi in mare, ma il poliziotto nuotatore lo acciuffa

PORTO RECANATI - Scappa dalla polizia e si tuffa in mare, poliziotto lo insegue in acqua, lo prende per un braccio e lo riporta a riva. Sulla battigia sono dovuti intervenire in tre per ammanettarlo.

LEGGI ANCHE:
Settanta gatti denutriti, malati e immersi nel degrado: animali sequestrati, proprietaria indagata per maltrattamenti

Sesto legato e ucciso in casa: due ergastoli e due condanne a 16 anni. Imputati in lacrime

È stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di cocaina e resistenza a pubblico ufficiale un tunisino di 31 anni. Il giovane, che dai successivi accertamenti è risultato essere domiciliato in un appartamento all’11° piano dell’Hotel House, era stato notato all’1 della notte scorsa da una pattuglia: è scappato. Arrivato sulla battigia il tunisino ha gettato il marsupio sotto un lettino e si è tuffato in mare. Un poliziotto prima gli ha intimato di tornare a riva, poi vedendo che continuava a nuotare, si è tuffato in acqua pure lui, lo ha raggiunto, preso per un braccio e lo ha riportato a riva. Portato nel punto dove si era gettato in mare i poliziotti hanno recuperato il suo marsupio, all’interno c’erano 4,27 grammi di cocaina, 950 euro in contanti, le chiavi di casa e un ordine di espulsione a firma del questore Antonio Pignataro che gli era stato notificato i primi di giugno. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA