Trovato con la "droga dello stupro": in manette un 56enne di origini sudamericane

Lunedì 13 Settembre 2021
Trovato con la "droga dello stupro": in manette un 56enne di origini sudamericane

PORTO RECANATI - Si terrà questa mattina l’udienza di convalida dell’arresto effettuato l’altro giorno dalla Squadra mobile della polizia di Macerata a Porto Recanati, nell’ambito di un’operazione antidroga. A finire in manette un uomo di 56 anni di origini sudamericane trovato in possesso della cosiddetta “droga dello stupro”.

Troppi drink, 15enne sfiora il coma etilico e passa la notte all'ospedale. Multati i due amici che erano con lui

 

L’uomo è stato posto ai domiciliari ed è difeso dall’avvocato Fabio Passarini. Stando a quanto è trapelato la sostanza trovata è una droga sintetica liquida del tipo “Gbl”. Il blitz è scattato lungo la costa e ha impegnato gli uomini della polizia. La cosiddetta “droga dello stupro” è particolarmente insidiosa perché incolore e inodore e chi la assume, talvolta inconsapevolmente, non si accorge della sua presenza magari perché sciolta in qualche liquido. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA