Si finge una conoscente e l’abbraccia. Le sfila l’orologio dal polso e poi si dilegua

Sabato 12 Giugno 2021 di Chiara Marinelli
Sull'episodio indagano i carabinieri

PORTO RECANATI - Stava rientrando a casa quando è stata avvicinata da una donna che con modi gentili l’ha abbracciata. Era convinta di conoscerla ma non sapeva di avere a che fare con una truffatrice, che è riuscita a sfilarle l’orologio dal polso. La vittima del raggiro m esso in atto con un metodo ormai noto ma purtroppo rivelatosi ancora una volta efficace, è un’anziana donna del posto. L’episodio è avvenuto nella mattinata di ieri all’altezza del sottopasso a Sud della città costiera. 

 

 

La donna, secondo quanto ha riferito lei stessa ai carabinieri al momento della denuncia, stava tornando a casa a piedi e stava attraversando il sottopasso. Ad un certo punto, è stata avvicinata e fermata da una donna che l’ha salutata calorosamente dando l’idea di conoscerla bene. L’anziana, in realtà, credeva di conoscerla per davvero anche lei e non si è insospettita affatto, quando quella donna l’ha abbracciata. Due parole e via, la donna si è allontanata in breve allontanata e l’anziana ha ripreso la sua strada per casa. Poco dopo, però, si è accorta che dal polso mancava il suo orologio.

La ladra di turno, con la consueta tecnica dell’abbraccio, era riuscita a portarglielo via. Si tratta di una imitazione di un orologio di valore e, evidentemente, la malintenzionata di turno era convinta di aver fatto un bel colpo rubandoglielo. L’anziana, a quel punto, dopo essersi resa conto di quanto le era accaduto, si è subito recata alla caserma dei carabinieri della stazione di Porto Recanati e ha sporto denuncia di quanto successo in mattinata.

Ha fornito una descrizione della donna che la aveva fermata e derubata e ora sono in corso le indagini da parte dei militari dell’arma per acquisire ulteriori elementi utili all’identificazione della malintenzionata. Oltre agli elementi forniti dalla vittima nella descrizione le indagini puntano a capire se vi sono stati altri casi che possano far risalire a un’unica autrice. 

Non è la prima volta che capita, purtroppo che anziani soli vengono presi a bersaglio da malintenzionati e truffatori con stratagemmi di questo genere. Si tratta di gente molto esperta che molto spesso riescono a farla franca, grazie alla fulmineità dell’azione. In ogni caso, le forze dell’ordine raccomandano la massima prudenza e di bloccare ogni tentativo di approccio non appena si ha il sentore che qualcosa non va.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA