Allarme acqua inquinata
Intossicati e proteste

Sabato 16 Agosto 2014
Allarme acqua inquinata Intossicati e proteste

PORTO RECANATI - Divieto di balneazione a Porto Recanati nell'area a mare nei pressi della foce della Fiumarella. Nella zona, dopo il violento acquazzone di giovedì scorso, sono confluiti i liquami raccolti dal fosso Bellaluce. I liquami finiti in mare erano stati notati da numerosi bagnanti e dai titolari degli stabilimenti balneari. L'ordinanza è stata emessa dopo che l'Arpam aveva segnalato la presenza, soprattutto, del batterio escherichia coli. Intanto si è appreso che due bambini, che avevano fatto il bagno nelle acque di Porto Recanati, sono stati accompagnati al Pronto soccorso di Loreto perchè colpiti da vomito e diarrea, e subito dopo trasferiti al Salesi di Ancona. Si esclude che abbiano contratto l'infezione a causa dei liquami portati a mare dalla Fiumarella, in quanto il periodo di incubazione è più lungo, tuttavia non si esclude che siano stati infettati dall'ingestione di acqua di mare nei giorni precedenti, quando era stata emessa un'analoga ordinanza di divieto di balneazione. Ma la preoccupazione resta grande. Sembra che almeno dieci persone siano state curate negli ultimi giorni al punto di primo intervento dell’ospedale di Loreto dopo aver fatto il bagno a Porto Recanati. Ovviamente ancora da accertare eventuali legami tra i malori e l'acqua. Oggi nuove analisi dell'Arpam. Intanto sono numerosi i turisti che sul lungomare centro contestano l'assenza di informazioni adeguate.

Ultimo aggiornamento: 18 Agosto, 14:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA