Pollenza, con le preghiere "magiche"
le sfilano 130mila euro: a processo

Con le preghiere "magiche"
le sfilano 130mila euro:
due donne a processo
POLLENZA - Centotrentamila euro per preghiere catartiche, due donne a processo per truffa. Sono accusate di truffa aggravata una 65enne di Pollenza, Maria Ciriaco, e una recanatese di 58 anni Germana Rapaccini che ieri mattina sono state rinviate a giudizio dal gup Claudio Bonifazi. I fatti contestati alle donne sarebbero avvenuti tra dicembre del 2015 e luglio dell’anno successivo.
In quel periodo Ciriaco avrebbe instaurato un rapporto di amicizia con un’anziana del suo stesso paese, poi approfittando della fragilità personale della 70enne avrebbe iniziato a proporle dei riti di preghiera per ottenere grazie e guarigioni sia per sé sia per i suoi familiari. Secondo l’accusa – il fascicolo è del sostituto procuratore Luigi Ortenzi – con questa scusa Ciriaco sarebbe riuscita a farsi consegnare di volta in volta consistenti somme di denaro, fino ad arrivare alla cifra complessiva di 130.500 euro, una parte della quale l’avrebbe consegnata alla coimputata Rapaccini, in custodia.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Gioved├Č 6 Dicembre 2018, 11:05 - Ultimo aggiornamento: 06-12-2018 11:05

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO