Penna San Giovanni piange Pippo
Gradozzi, morto dopo rovinosa caduta

Penna San Giovanni piange Pippo Gradozzi, morto dopo rovinosa caduta
2 Minuti di Lettura
Martedì 2 Gennaio 2018, 11:38
PENNA SAN GIOVANNI – È morto un personaggio simbolo di Penna San Giovanni: Giuseppe Gradozzi, per tutti Pippo. «Aveva 90 anni - lo ricorda l’ex sindaco Giuseppe Mancinelli - ed era campione di scopone scientifico, guidatore provetto e prudente, opinionista stimato, attento e obiettivo osservatore di fatti ed avvenimenti cittadini».
«Un custode meticoloso e geloso della medievale chiesetta rurale di contrada San Bartolomeo - prosegue l’ex primo cittadino Mancinelli - dove in tempi remoti era presente un quadro del Crivelli di cui si sono perse le tracce». Giuseppe “Pippo” Gradozzi è morto nei giorni scorsi a causa di una rovinosa caduta lungo le scale della sua abitazione. L’intervento del 118 e della guardia medica, alle 4 del mattino, dopo un primo tentativo di soccorso, è servito solo a constatare il decesso per le ferite riportate. In serata l’omaggio della banda cittadina durante il concerto di fine anno, attraverso una esecuzione musicale sollecitata dal maestro e direttore Silio Barboni.

Lo stesso Corpo filarmonico ha accompagnato con musiche il feretro al locale cimitero insieme alla Confraternita di San Giuseppe cui era confratello, alla rappresentanza della Società Operaia di cui era socio e alla rappresentanza dell’associazione Anmil, a cui apparteneva. «Gradossi - conclude l’ex sindaco Mancinelli - era noto per la sua professione di elettricista e muratore, lascia un enorme vuoto nella comunità di Penna San Giovanni».
© RIPRODUZIONE RISERVATA