Campolo chiude la sua storica boutique: «Nessuna svendita, abiti in beneficenza»

Lunedì 18 Maggio 2020 di Emanuela Addario
Gaetano Campolo con la moglie
PORTO RECANATI Chiude la sua storica attività e dona in beneficenza l’intera collezione primaverile per un valore di circa 200mila euro. Con questo gesto di generosità Gaetano Campolo, il commerciante del mondo dell’alta moda, chiude le serrande del suo storico atelier “Pino Campolo”. «C’è un tempo per seminare e uno per raccogliere - scrive nella lettera aperta che ha affisso sulle vetrine del suo atelier in corso Matteotti -. È scritto nella Bibbia ed io vorrei aggiungere che ad un certo punto della propria esistenza c’è anche un nuovo tempo da vivere». 
«Così ho iniziato ad immaginare - si legge ancora nella lettera - come poter scrivere la parola fine alla nostra storia commerciale durata ben 74 anni, giunta alla sua naturale conclusione, ed iniziare a vivere il mio nuovo tempo. Tutto era ormai chiaro, deciso e organizzato: con la stagione estiva avrei concluso la mia esperienza lavorativa - racconta Campolo -. Poi è arrivato questo virus che ha stravolto le nostre vite e anche i miei piani. In un momento così difficile anche dal punto di vista commerciale non credo sia più il caso di rispettare ciò che avevo programmato: una liquidazione totale, come consuetudine in questi casi, ritengo possa complicare ulteriormente ai miei colleghi la già problematica riapertura delle attività. Per questo motivo affiderò la merce appena arrivata e quella già presente in negozio ad enti benefici. Sinceramente avevo in programma altro per coronare questo traguardo così importante ma il periodo che tutti stiamo vivendo non ci concede un animo sereno per festeggiare». Campolo non ha voluto mettere in difficoltà i colleghi con una svendita. Un gesto di estrema signorilità riconosciutogli da tutti. «È stato un vero signore come sempre», commenta Ubaldo Traini, titolare della catena di negozi di abbigliamento Tutti i Tipi. «Sono stato presidente della locale Confcommercio per 14 anni e ho sempre avuto il sostegno e il contributo della famiglia Campolo nel portare avanti idee e contenuti per il nostro settore - commenta Rossano Mazzieri -. Oggi vedere che il loro negozio chiude mi rattrista molto. Un pezzo di storia del commercio locale. Campolo lo fa con un gesto di estrema signorilità. Buona vita Gaetano a te e alla tua famiglia». Gaetano nella sua lunga lettera ringrazia il padre Pino. «Non solo un padre ma anche un compagno di lavoro, consulente, un supporto fino all’ultimo giorno della sua lunga vita». 
Il suo ultimo pensiero è rivolto ai colleghi commercianti. «Auguro che questo momento difficile si tramuti presto in una grande opportunità per un nuovo rilancio commerciale e turistico. A Porto Recanati auguro un florido avvenire con la certezza che rimarrà sempre un paese ospitale e dal cuore grande».  © RIPRODUZIONE RISERVATA