Morrovalle, in un casolare trovati
26 agnelli senza cibo né acqua

In un casolare trovati
26 agnelli senza cibo
né acqua: incuria e degrado
MACERATA - I militari della stazione carabinieri forestale “Abbadia di Fiastra” hanno scoperto in un casolare disabitato a Morrovalle agnelli tenuti chiusi in condizioni di degrado ed isolamento, privi di luce, cibo ed acqua, verosimilmente provento di furto. I forestali, sono intervenuti a seguito di segnalazione pervenuta da parte dei proprietari dell’immobile disabitato a loro volta avvertiti da un vicino che aveva udito il belare degli agnelli.

Sul posto sono intervenuti anche i veterinari dell’Asur di Civitanova Marche, per la valutazione dello stato di salute degli ovini. I militari hanno provveduto al loro sequestro, affidandoli in custodia a un allevatore della zona. Agli animali sono state fornite le dovute cure e le necessarie razioni di cibo ed acqua. È stata prontamente informata l’autorità giudiziaria per “detenzione di animali in condizioni incompatibili con la propria natura”, reato per ora a carico di ignoti. La sorte toccata ai 26 agnellini, data la loro illecita provenienza e le imminenti festività pasquali, sarebbe stata quasi sicuramente quella della macellazione clandestina, eseguita senza gli specifici mezzi previsti dalla normativa, creando inutili sofferenze agli animali. Inoltre, aspetto non secondario, l’assenza di tracciabilità e controllo sanitario, avrebbe potute mettere in circolazione carne potenzialmente pericolosa per la salute di chiunque l’avesse consumata. Un’operazione importante, dunque, quella condotta a Morrovalle dal personale dei carabinieri forestali della stazione “Abbadia di Fiastra”.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 20 Aprile 2019, 07:50 - Ultimo aggiornamento: 20-04-2019 07:50

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO