Nascosti nel garage 33 kg di hashish: potevano fruttare fino a 300mila euro. Arrestato il pusher, denunciato il complice

Nascosti nel garage 33 kg di hashish: potevano fruttare fino a 300mila euro. Arrestato il pusher, denunciato il complice
Nascosti nel garage 33 kg di hashish: potevano fruttare fino a 300mila euro. Arrestato il pusher, denunciato il complice
3 Minuti di Lettura
Venerdì 4 Marzo 2022, 17:20 - Ultimo aggiornamento: 17:24

MONTECOSARO - Erano impegnati nella confisca di tre mezzi ad una persona accusata di reati tributari, ma i finanzieri di Civitanova hanno subito capito che in quel garage di Montecosaro c'era qualcos'altro. Guidati dal cane antidroga hanno, infatti, trovato ben 33,209 kg di hashish. Se venduto al dettaglio, lo stupefacente avrebbe potuto fruttare 300mila euro. Arrestato il proprietario, un cittadino di origine marocchina. Analizzando il suo smartphone, i militari della Finanza sono riusciti a scovare anche il complice, nella cui abitazione hanno trovato 2.290 euro in contanti e 19 paio di scarpe con il marchio Luis Vuitton contraffatto. È stato denunciato a piede libero.

Irruzione nello studio e in casa del geometra: la Polizia trova cocaina e hashish

Nel corso dell’effettuazione delle operazioni di confisca di tre veicoli condotte nei confronti di una persona indagata per reati tributari, esperite congiuntamente all’unità cinofila in forza al Reparto, i militari della Compagnia di Civitanova Marche hanno focalizzato l’attenzione su di un garage sito nel Comune di Montecosaro, dopo l’insistente segnalazione della pertinenza in parola da parte del cane antidroga.

Gli immediati approfondimenti effettuati attraverso la consultazione delle banche dati in uso al Corpo, e la contestuale acquisizione sul posto di notizie d’interesse operativo hanno permesso di individuare tempestivamente il conduttore del garage. L’uomo, cittadino di nazionalità marocchina residente a Montecosaro, è stato così destinatario di una perquisizione d’iniziativa da parte dei militari, sussistendo concretamente il fondato motivo di ritenere che presso il garage segnalato potesse essere occultata sostanza stupefacente.

Le operazioni di perquisizione hanno effettivamente consentito di rinvenire, stipate all’interno del garage, in numerose borse termiche per isolamento ad uso alimentare e shopping bag, 58 confezioni di hashish, dal peso complessivo di Kg. 33,209; la sostanza stupefacente, se venduta “al dettaglio”, avrebbe potuto fruttare oltre 300.000 Euro. L’uomo è stato così tratto in arresto per violazione all’articolo 73 del D.P.R. 309 del 1990, e tradotto presso la Casa Circondariale di Montacuto, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Dalla disamina del cellulare in uso allo stesso, ed in particolare dall’analisi delle applicazioni di messaggistica istantanea installate sul dispositivo, i Finanzieri hanno individuato il potenziale complice della persona arrestata, anch’egli di cittadinanza marocchina.

Nei suoi confronti è stata così condotta una perquisizione domiciliare, nel Comune di Porto Recanati, conclusa con il sequestro di corposo materiale di confezionamento (una macchina sigillatrice per sottovuoto e numerosi rotoli di cellophane e scotch), di € 2.290 in contanti, ritenuti proventi del reato di spaccio, e di 18 calzature recanti il marchio Louis Vuitton contraffatto. La persona è stata denunciata a piede libero per i reati di introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi, di ricettazione e per il concorso nell’illecito penale ascritto al connazionale tratto in arresto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA