Piazza transennata da più di 7 giorni, ma nessun lavoro: si scatenano le proteste

Mercoledì 19 Maggio 2021
Leonardo Catena

MONTECASSIANO  - Piazza transennata da più di una settimana, ma nessun lavoro in corso. Lavori in ballo da anni, ma puntualmente rinviati per una serie di problemi, anche di contenziosi vari. Da anni sembrava imminente la sistemazione dello spazio, chiamata piazza Caduti del Lavoro, usato come parcheggio a ridosso della rotatoria nel centro di Sambucheto.

LEGGI ANCHE:

Vetri di bottiglie nello scivolo, atto vandalico choc nel nuovo parco giochi: feriti tre bimbi

 

Parcheggio area di riferimento per diverse attività commerciali e tra queste ultime anche un ristorante che godeva della disponibilità di un’area all’aperto. Improvvisamente lo scenario che appariva fumoso si è definito e il Comune ha appaltato i lavori che hanno un costo di 140mila euro. L’annuncio era stato dato una decina di giorni fa dal sindaco Leonardo Catena: «Non sarà - aveva detto - solo un parcheggio per le auto ma, in parte, sarà riservato a uno spazio pedonalizzato utile alla socialità e alle attività commerciali presenti. Prevista una fascia pedonale larga circa 7 metri con asfalto colorato e arredi urbani, la piazza sarà dotata di illuminazione ad hoc e una balaustra tra la strada e il parcheggio. Comprendiamo che qualche piccolo disagio si determinerà per la durata dei lavori che, salvo imprevisti, dovrebbero concludersi entro il mese di giugno. Ci scusiamo per questi disagi ma i lavori non erano più procrastinabili e siamo certi che il risultato finale servirà a valorizzare l’area e porterà beneficio anche alle attività commerciali che vi insistono».

La piazza Caduti del Lavoro transennata il lunedì della settimana scorsa, giusto nel giorno in cui le attività di ristorazione potevano uscire dallo stop dovuto alla pandemia. 


Due mesi il tempo indicato dalla committente pubblica per i lavori in un luogo in cui sono attive diverse attività commerciali. Il Comune ha deciso di partire ora con i lavori, la piazza è transennata da lunedì scorso, tutti hanno tolto quel che dovevano ma lavori non se ne vedono. Una settimana persa, non solo per i lavori ma anche per le mancate attività di chi ha già pagato un prezzo pesante alla pandemia. Se si sapeva che i lavori non sarebbero partiti nei tempi segnalati, perché far smontare gli arredi molto prima del dovuto? Ci sarà anche stato un problema nel far partire il cantiere pubblico, ma il problema non può finire a carico di chi, con difficoltà e con sacrifici in tempo di pandemia, manda avanti un’attività economica.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA