Marco ucciso da un malore a 29 anni, era stato in ospedale pochi giorni prima: indagati i medici che l'avevano dimesso

Marco ucciso da un malore a 29 anni, era stato in ospedale pochi giorni prima: indagati i medici che l'avevano dimesso
Marco ucciso da un malore a 29 anni, era stato in ospedale pochi giorni prima: indagati i medici che l'avevano dimesso
di Benedetta Lombo
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 3 Novembre 2021, 09:35 - Ultimo aggiornamento: 4 Novembre, 08:44

MONTECASSIANO - Morto improvvisamente la notte di Halloween, tre medici indagati. Oggi il medico legale Antonio Tombolini eseguirà l’autopsia per stabilire le cause del decesso. Sono ancora molti gli aspetti da chiarire sulla tragica morte di Marco Staffolani, stroncato da un malore a soli 29 anni, ne avrebbe compiuti 30 giovedì della prossima settimana.

La ricostruzione 

La notte di Halloween Marco era a casa di amici, si erano ritrovati per vedere la partita Roma – Milan e per trascorrere la sera di Halloween insieme, stavano facendo un gioco quando il 29enne ha accusato il malore e si è accasciato a terra. Inutili sono stati i tentativi di rianimarlo, sul posto era intervenuta immediatamente un’ambulanza ma i soccorritori non avevano potuto fare altro che constatarne il decesso. Quella tragica notte in quell’abitazione erano intervenuti anche i carabinieri della locale stazione per ricostruire nell’immediatezza cosa fosse accaduto. I militari avevano quindi avvisato il pubblico ministero di turno, il sostituto procuratore Enrico Riccioni, che aveva poi disposto mirati accertamenti. Da quanto emerso, poco tempo prima il 29enne si era recato all’ospedale di Camerino (viveva nella città ducale con la fidanzata Veronica Gironelli) lamentando forti dolori alla schiena. Era stato visitato da tre medici che lo avevano sottoposto a diversi esami per accertare le cause di quei dolori e poi era stato mandato a casa. Su disposizione del pubblico ministero, che ha aperto un fascicolo per omicidio colposo da colpa medica, i carabinieri hanno acquisito una copia della documentazione sanitaria relativa all’accesso al pronto soccorso. Un’ipotesi potrebbe essere che quel mal di schiena fosse un sintomo di una dissecazione aortica, ma cosa abbia causato il decesso del 29enne lo potrà accertare il medico legale solo dopo l’autopsia, per questo motivo il Pm ha iscritto sul registro degli indagati i tre medici che hanno visitato il giovane montecassianese, per metterli in condizione di poter partecipare all’esame autoptico e di poter nominare propri consulenti. Oggi dunque, il medico legale Tombolini eseguirà l’accertamento irripetibile all’obitorio dell’ospedale di Macerata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA