Monte San Giusto, la tragedia di Bruno
Albergatore morto in sella allo scooter

La tragedia di Bruno Milani
Albergatore morto a 77 anni
in sella al suo scooter
MONTE SAN GIUSTO - Ha terminato i suoi giorni mentre era in sella al suo scooter: Bruno Milani, 77 anni, noto albergatore di Morrovalle, è morto ieri poco prima dell’ora di cena. Stava percorrendo la strada provinciale 46, quella che collega Monte San Giusto a Trodica dove si trova l’hotel San Crispino. Era stato proprio Milani a creare la grande e nota struttura alberghiera più o meno a metà strada tra Civitanova e Morrovalle.
Da definire la dinamica dell’incidente che la Polizia Stradale di Civitanova, intervenuta sul posto, sta cercando di ricostruire. L’ipotesi più probabile è che l’albergatore abbia avuto un malore prima di essere sbalzato di sella. Sul posto, oltre alla Polstrada, anche un’ambulanza del 118, anch’essa partita da Civitanova. I soccorritori hanno trovato il 77enne privo di sensi sul bordo della provinciale 46. Era purtroppo in arresto cardiaco. I medici e i sanitari hanno praticato massaggi cardiaci per circa 45 minuti, tentando l’impossibile. Ma non c’è stato niente da fare. L’uomo non si è più ripreso.
Straziata dal dolore la moglie Marina. «Era andato a dar da mangiare ai cani a casa di nostra figlia; non l’ho visto tornare e gli sono andata incontro; lungo la strada ho visto il lenzuolo a terra e ho capito». L’hotel san Crispino, lungo la provinciale 485, è molto conosciuto da turisti ma anche rappresentanti, operatori calzaturieri e manager. È stata pure sede del calciomercato regionale per alcuni anni. Famoso anche il suo ristorante con le specialità maceratesi e la sala ricevimenti. Attualmente ospita diversi terremotati. Da anni è gestito dal figlio Massimo.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoled├Č 11 Aprile 2018, 14:20 - Ultimo aggiornamento: 11-04-2018 14:20

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO