Focolaio Covid alla casa di riposo di Matelica, il sindaco Baldini chiede l'intervento dei medici militari

Il sindaco Massimo Baldini
Il sindaco Massimo Baldini
di Monia Orazi
2 Minuti di Lettura
Venerdì 4 Febbraio 2022, 06:10

MATELICA  - Carenza di personale alla casa di riposo Tommaso De Luca Enrico Mattei, l’amministrazione comunale di Matelica, guidata dal sindaco Massimo Baldini, ha chiesto l’arrivo di personale medico e paramedico militare, al ministero della Difesa ed all’assessorato regionale alla sanità Filippo Saltamartini. 

 
Di recente la struttura è stata interessata da un focolaio Covid che ha interessato diverse unità di personale e nove pazienti. Si legge in una nota dell’ente: «A seguito delle notizie recentemente apparse sui social in merito alla casa di riposo fondazione Tommaso de Luca - Enrico Mattei di Matelica, si informa la cittadinanza che questa amministrazione è solidale con l’operato del consiglio di amministrazione e del personale tutto, al quale va il riconoscimento per il grande lavoro che sta portando avanti in un momento così delicato. Questa amministrazione sta collaborando con il suddetto Consiglio per superare le difficoltà che si sono manifestate in relazione alla carenza di personale, ragion per cui si è provveduto ad inoltrare sia all’assessorato regionale alla sanità che al ministero della difesa richiesta di personale medico e paramedico affinché si possa superare l’emergenza in essere. La casa di riposo potrà contare, come sempre avvenuto, sul sostegno morale e fattivo da parte dell’ente comunale, a tutela dei suoi ospiti e dei suoi operatori». Il Comune ribadisce il suo impegno a favore della casa di riposo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA