Addio a Maria Bianchi, la mamma uccisa dal figlio a San Severino. Il sindaco: «Non abbiate vergogna di chiedere aiuto»

Addio a Maria Bianchi, la mamma uccisa dal figlio a San Severino. Il sindaco: «Non abbiate vergogna di chiedere aiuto»
Addio a Maria Bianchi, la mamma uccisa dal figlio a San Severino. Il sindaco: «Non abbiate vergogna di chiedere aiuto»
1 Minuto di Lettura
Sabato 3 Dicembre 2022, 16:27 - Ultimo aggiornamento: 4 Dicembre, 11:28

SAN SEVERINO Nella chiesa di Santa Maria della Pieve, a San Severino, l'ultimo saluto a Maria Bianchi, la barista di 84 anni uccisa dal figlio Michele Quadraroli domenica scorsa, al culmine di una lite. Accanto ai familiari, erano presenti i conoscenti della donna, i vicini di casa e i clienti del locale che l'anziana portava avanti con suo figlio - malato psichiatrico - proprio sotto il loro appartamento di via Raffaello Sanzio.

Presente anche il sindaco

Ancora non riescono a capacitarsi di quanto accaduto, nessuno avrebbe mai pensato che il 56enne sarebbe stato capace di arrivare a tanto. Tra i presenti al funerale - celebrato da padre Paul - anche il sindaco Rosa Piermattei che ha preso la parola per appellarsi alla comunità chiedendo a tutti di aiutarsi nei momenti di difficoltà. «Chiedete aiuto - ha detto -. Non dobbiamo avere vergogna di farlo. Bisogna avere la forza di evitare che accadano fatti come questo».
Il sacerdote ha invece voluto ricordare l'amore che la donna ha sempre avuto per suo figlio: «Maria ha portato la sua croce fino al suo ultimo giorno di vita».

© RIPRODUZIONE RISERVATA